Silvio Berlusconi

Auguri Silvio Berlusconi, l’uomo degli eccessi

Ho lavorato per 8 anni per Silvio Berlusconi tramite uno dei suoi più diretti collaboratori, l’ho incontrato però una volta sola mentre faceva shopping vicino a Palazzo Grazioli, in un negozio di bigiotteria.

Oltre ad aver lavorato per lui l’ho anche votato e fatto votare e quindi, non essendo uno di quelli che nega il passato, ho tutto il diritto di dire che in molti aspetti la rivoluzione liberale che aveva proposto è fallita, parte per colpa sua, gran parte per colpa di tanti altri agenti interni ed esterni.

Silvio Berlusconi per me è stato prima il presidente del Milan, poi il Presidente del Consiglio e adesso non è più nessuna delle due cose. Ho fatto una esperienza bellissima di lavoro anche se ogni giorno eravamo sotto pressione: a noi non era concesso il seppur minimo errore non perchè Silvio fosse tiranno o vendicativo (anzi) ma perchè la stampa non ci permetteva nulla.

Sono stato in un gruppo di lavoro che per anni ha provato a tradurre in slogans, slides, infografiche, manifesti ed altro il suo messaggio politico, il suo entusiasmo umano, la sua follia e a volte ci siamo pure riusciti!

Di lui so che è l’uomo degli eccessi, in negativo e positivo: prendere o lasciare. So di centinaia di persone aiutate nei momenti e nelle situazioni più disparate e disperate.

Gli auguro di trovare un po’ di pace in quest’ultima parte della sua vita e magari ora che, anche contro il suo volere, è fuori da tutti i giochi, anche quelli calcistici, possa godersi se stesso e quelle persone che sempre gli sono rimaste leali.

Auguri Silvio.

Il Direttore

One thought on “Auguri Silvio Berlusconi, l’uomo degli eccessi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *