"

How To Get Away With Murder 3×02: cuori spezzati

How to Get Away with Murder 3x02 cuori spezzati

Un continuo susseguirsi di cuori spezzati e sofferenza. La seconda puntata della terza stagione di How To Get Away With Murder (Le regole del delitto perfetto), come sempre, ha trasportato i protagonisti attraverso una serie di avvenimenti tutt’altro che semplici da gestire, lasciandoli devastati.

Sono tre i punti focali reali di questo episodio: Annalise, Connor con Oliver e Frank. La prima, come sempre, si trova a dover gestire molto di più di quello che una vita normale chiederebbe a qualsiasi avvocato ed insegnante di legge: i suoi “pupilli” e discepoli sono una squadra di validi studenti ma allo stesso tempo uno dei suoi più grandi crucci. E se Wes sta man mano conquistando il posto di quel figlio perso dalla donna in giovane età, il resto della sua vita è equamente diviso tra minacce di squilibrati (forse) e problemi sul lavoro. Frank, dal canto suo, è la mina impazzita che tutti cercano di recuperare per contenerne l’esplosione. Il suo passato influenza il presente e purtroppo non positivamente: quanto male può fare se non tenuto sotto attento controllo? E in questo episodio, “There Are Worse Things Than Murder“, se ne ha l’ennesima dimostrazione.

Connor ed Oliver sono la coppia di punta di How To Get Away With Murder, l’unica che fino ad ora aveva resistito ad uccisioni e bugie. Ma Oliver sente di doversi distanziare per non perdere se stesso. E l’amore che i due esprimono l’uno verso l’altro in ogni scena è di quelli che straziano il cuore. Il dolore è reale e percepito da entrambi. Connor ha bisogno della colonna portante della sua vita ma è costretto a lasciarla andare per dimostrargli effettivamente, nonostante la sofferenza, che il suo sentimento è così forte da riuscire rinunciare a lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *