oasis

Oasis: Supersonic, al cinema dal 7 al 9 novembre

Oasis: Supersonic, il docufilm sulla band inglese, arriverà nei cinema italiani dal 7 al 9 novembre 2016. Un’occasione unica, per fan e curiosi appassionati musicali, di comprendere cosa vi è stato dietro l’ascesa ed il declino di un gruppo che ha contribuito alla storia della musica mondiale.

Oasis unici nel loro genere

Non vi erano band come gli Oasis negli anni ’90.  E non ve ne sono state di simili dopo. Il loro brit rock aveva un gusto unico, mainstream pur senza essere scontato. Noel e Liam Gallagher sono gli unici membri che hanno fatto parte della formazione originale fino allo scioglimento. Quando nel 1991 i Rain (nome originario della band, N.d.R.) lasciarono il posto agli Oasis, il gruppo era affiatato e unito. Il successo e gli eccessi cambiarono radicalmente quello che era il rapporto dei due fratelli, devastando la struttura della band e della loro musica.

Ascesa e caduta

Oasis: Supersonic, prodotto dal team che vinse l’Oscar per il documentario su Amy Winehouse,  ripercorre l’ascesa di questo gruppo di musicisti inglesi fino al culmine della loro carriera: il concerto di Knebworth del 1996. Attraverso del materiale inedito sarà possibile gettare uno sguardo ravvicinato sugli Oasis e a ciò che ha portato la band ad essere una delle più importanti degli anni ’90 ma al contempo anche a tastare direttamente quelli che sono stati i loro maggiori problemi. Liam e Noel Gallegher si sono mostrati per anni le colonne portanti del gruppo, ma sono stati allo stesso tempo i fautori principali del suo scioglimento. Nel 1995 con “(What’s the story) Morning Glory?” gli Oasis raggiunsero l’Olimpo delle star, ma la gestione della fama fu tutt’altro che semplice.

Alla prima londinese del documentario era presente solo Liam. E questo basta a far capire molte cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *