"

Alla Partita della Pace voluta da Papa Francesco tante panzate alla guerra grazie a Maradona

Tra le immagini più belle della seconda partita “Uniti per la Pace” vi è indubbiamente quella di Diego Armando Maradona, Francesco Totti (entrambe in maglia blu col numero 10) e i loro due figli palleggiare assieme, a bordo campo, prima dell’inizio della partita. Campioni e figli, genitori e figli. Anche per me è stato come un sogno poter vedere Maradona (che già avevo visto) insieme ai miei figli dopo averglielo raccontato per anni e averglielo mostrato su YouTube. Eccolo, Dieguito, con panza al seguito ma comunque sempre lo stesso: tenace e irriverente, spocchioso e divertente, un fuoriclasse con mani e piedi da dio (calcisticamente parlando).

E’ lui il mattatore della serata e sente tutta sua l’investitura del suo amico Papa Francesco: và e organizza ogni anno una partita per la Pace. Diego prende il telefono, raduna molti amici calciatori del passato, e del presente, convoca un simbolo di Roma (Totti) e organizza le squadre. Diego gioca tutta la partita, nessuno lo affronta quando ha il pallone e quindi può sfoggiare ancora tocchi di altissimo livello e si arrabbia quando prende goal la sua squadra e col guardalinee per un fuorigioco fischiatogli contro e addirittura rischia una rissa con Veron.

Però è lui a continuare a prendere la parola, a chiedere applausi al pubblico, a rimproverare i romani di essere andati in solo 10 mila alla stadio (ok caro Diego ma l’anno prossimo cambiate orario se vuoi che torni coi figli, iniziare alle 21.15 è troppo tardi!), ad abbracciare tuti i giocatori e a dedicare tutto questo alla pace e al suo amico Papa Francesco.

Certo, il livello della partita è stato come quello del giovedì sera coi miei amici a Primavalle, però il messaggio è passato ed è arrivato anche ai nostri figli e, grazie alla disponibilità di molti giocatori ancora in attività e di tanti ex campioni (Candela, Rui Costa, Cafu, Davids, Ronaldinho….) non posso dire che la guerra sia stata presa a pallonate ma a panzate sicuramente.

#Buongiorgio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *