Photo of NIRVANA

Nirvana: l’anima del grunge

Considerato il gruppo che diede vita al movimento grunge, i Nirvana in pochi anni hanno saputo imporsi diventando una leggenda a Seattle e nel mondo. Le loro canzoni hanno interpretato in pieno i tratti di un’intera generazione facendo conoscere il loro genere musicale in tutto il mondo. La fama è arrivata in alto grazie anche al loro leader, Kurt Cobain, alla chitarra e voce, che ne ha alimentato il mito. Formatosi nel 1987, il gruppo, che vedeva nella formazione anche Dave Grohl alla batteria e Krist Novoselic al basso, ha avuto una notevole influenza sulla generazione degli anni ’90: la loro musica trasformò presto la piccola cittadina americana in una miniera di successi.

Un successo travolgente

Dopo il 45 giri “Love Buzz/Big Cheese”, i Nirvana esordiscono a 33 giri con Bleach (1989). Presto Cobain rivela le sue capacità compositive, visibili in brani come “About A Girl”, ma anche come “School”, “Blew” e la cover “Love Buzz” che determinano da subito lo stile inconfondibile dei Nirvana. Il loro genere, classificato tra blues-rock sporco di Rolling Stones e Stooges con la tradizione hard-rock segna una nuova era nella musica e la band ha un immediato successo. Risalgono già a questo periodo i primi malesseri di Kurt Cobain.

Il male di vivere di Cobain

Il gruppo pubblica, nel settembre 1991, Nevermind, destinato ad entrare nella lista dei dischi indimenticabili cosi come la canzone Smells Like Teen Spirit, considerata una delle più belle canzoni del rock. Nonostante abbiano pubblicato pochi album, i Nirvana hanno colto le caratteristiche della loro generazione, regalando brani che sono un perfetto binomio tra vita e musica, ma nonostante questo il loro leader non era mai contento. Così Cobain dà spazio a brani come “In Bloom”, “Lithium” e “On A Plain”, in cui dà sfogo al suo tormento e alla sua irrequietezza. Celebri anche “Come As You Are”, “Polly”, “Something In The Way” tra i maggiori successi discografici di tutti i tempi. Nel 1992 è la volta della raccolta Incesticide, mentre nel 1993 esce In Utero, un album che ripercorre la vita fatta di eccessi di Cobain, che nel frattempo si era sposato con Courtney Love delle Hole. La coppia ha avuto anche una bambina, Frances Bean.

Il 5 aprile 1994 Kurt Cobain si suicida e anche i Nirvana muoiono con lui. 

(Photo by Paul Bergen/Redferns)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *