myspace

Che fine ha fatto MySpace?

MySpace era per tutti il social network per eccellenza, fondato nel lontano 2003, era diventato il punto di riferimento social del mondo di internet. Cresciuto in pochissimo tempo, nel 2005 fu acquistato da Rupert Murdoch per mezzo miliardo di dollari, ma con l’avvento di Facebook e Twitter, MySpace venne totalmente soppiantato e i visitatori del sito diminuirono notevolmente.

La maggior parte degli italiani hanno iniziato a prendere confidenza con il mondo dei social network, proprio con MySpace, sito creato da Tom Anderson e Chris DeWolfe, con un ritmo di crescita veramente esponenziale, infatti ogni 5 secondi un nuovo account MySpace veniva registrato, per ben 4.500 nuove registrazioni al giorno, e nel 2008 Caparezza chiedeva “Ma tu ce l’hai MySpace?” in un brano dell’album Le dimensioni del mio caos. Tuttavia il successo non tardò a calare, per via della concorrenza e MySpace non riuscì più a trovare il suo spazio all’interno del web.

Ma oggi che fine ha fatto MySpace? Ebbene dopo diversi passaggi di testimone, nel 2005 venduto alla News Corporation di Murdoch per 580 milioni di dollari e nel 2011 il passaggio alla News Corporation Specific Media per soli 38 milioni di dollari, in questo periodo MySpace ha dovuto rivalutare un pò le sue ambizioni riducendo anche il numero del proprio personale, tagliano ben 500 dipendenti, il 47% delle forze lavorative.

Oggi MySpace è alla ricerca di una propria identità all’interno del mondo del web, ormai non è più quel grande social network di un tempo che vantava milioni di iscritti in tutto il mondo e probabilmente non potrà più esserlo. Attualmente ospita una grande vetrina musicale dove musicisti, cantanti e gruppi cercano un proprio spazio dove mettersi in mostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *