"

Joel e Ethan Coen alle prese con il Dark Web

joel-coen-ethan-coen

La 20th Century Fox ha chiesto al famoso duo statunitense un film sulla parte oscura di internet, il Dark Web.

Non è ancora ben chiaro se i Coen metteranno mano alla regia o si limiteranno alla sceneggiatura, come è successo per Unbroken di Angelina Jolie e il Ponte delle Spie di Steven Spielberg.

Inizialmente il progetto destinato a Dennis Lehane (Gone Baby Gone), prende spunto da un articolo del 2013 di Joshua Bearman per Wired. Il film racconterà dell’uomo che ha sviluppato la Silk Road, Ross William Ulbricht noto con lo pseudonimo di Dread Pirate Roberts arrestato dall’FBI e processato per svariati capi d’accusa; si stima che il suo giro di affari fosse di 1,2 miliardi di dollari.

Ma cos’è la Silk Road?

È un supermarket, ormai non più segreto, in cui è possibile accedervi (tramite Tor) anonimamente per comprare armi, droghe, assoldare killer e un’infinita quantità di merce illegale in ogni declinazione possibile (anche merce umana).

Gli utenti pagano con la valuta elettronica Bitcoin che agevola la segretezza della compravendita.

Numerose serie televisive si sono occupate di questa parte oscura di internet: da The Good Wife al chiacchierato Mr. Robot.

Si sono fatte molte speculazioni sul Dark Web ma il punto di vista dei registi, produttori e sceneggiatori quattro volte premi Oscar potrebbe rivelarsi una mossa vincente.

I Coen, che non sono nuovi al genere thriller, non hanno mai affrontato un tema che facesse perno sulla tecnologia.

Per di più online ci sono molti video, siti (Reddit tra i tanti) che affrontano la spinosa questione del deep web e della sua natura ambigua. Un territorio a tratti vergine che può contenere più livelli di lettura.

Di certo nella loro pregevole filmografia, che negli ultimi anni ha toccato temi più leggeri (A Proposito di Davis e Ave Cesare per citare i più recenti) si rivelerà una bella svolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *