"

American Horror Story Roanoke 6×07: bagno di sangue

Definire un bagno di sangue il recente episodio di American Horror Story – Roanoke è un eufemismo: si passano i minuti  a tentare di capire se almeno un personaggio alla fine della stagione sarà in grado davvero di sopravvivere. La 6×07 o “Chapter 7” è senza dubbio la puntata più truculenta andata in onda finora.

Sangue, sangue… ed ancora sangue

Non vi è tempo di riprendersi dal ritmo incessante delle morti che si avvicendano sullo schermo e che lasciano inebetito lo sguardo. La Blood Moon, la luna sanguinante, reclama il suo sacrificio: ma non lo fa come si potrebbe pensare solo ed esclusivamente attraverso i suoi disgraziati fantasmi. Lo fa attraverso persone reali e viventi. Che un po’ per raptus ed un po’ per follia decidono di impugnare in mano armi e fare del male. Le scommesse su chi rimarrà in piedi alla fine di tutto sono ancora aperte: eliminiamo Matthew, il più scontato. Va fatto per forza: Shelbie gli ha fracassato il cranio dopo averlo beccato a fare sesso con il demone. E dopo che lo stesso aveva ammesso di essere tornato nella casa stregata solo perché innamorato della strega.

Parte del lavoro sporco in American Horror Story -Roanoke è stato fatto da Agnes, l’attrice che interpretava la donna con la mannaia nella ricostruzione del documentario: è stata lei a liberarsi velocemente della produzione prima di finire con il cranio spaccato in due dal suo idolo, la donna con la mannaia originale.

American Horror Story – Roanoke lascia con un sapore agrodolce e con una certezza grazie al ripresentarsi della famiglia di cannibali: gli zombie nella notte di Halloween, sono più reali dei vivi. La battuta migliore dell’episodio? E’ di Sarah Paulson e del suo personaggio: “Io sono inglese! Non sono come voi americani abituati a questo scempio!“. E’ stata il top.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *