"

Stampanti 3D: Il futuro ora è realtà

Produzioni industriale, bricolage o fai da te, sono questi i motivi della diffusione in maniera sempre più amplia delle stampanti 3D.

Prezzi ridotti e la possibilità di ottenere alti livelli di specializzazione e personalizzazione hanno dato una spinta all’espansione delle stampanti 3D anche per il mercato domestico, dove qualsiasi persona con un pò di spirito di iniziativa e qualche competenza tecnica è in grado di realizzare da se, comodamente in casa, piccoli oggetti d’uso comune.

Negli ultimi anni la diffusione si è vista anche nel mondo dell’industria, tante infatti sono le aziende che con l’ausilio delle stampanti 3D riescono a migliorare e velocizzare la propria produzione industriale.

Secondo le previsioni di settore, nel prossimo anno saranno vendute ben 250 mila stampanti e nell’anno successivo il numero raddoppierà. Nel 2020 il settore dovrebbe valere ben oltre 20 miliardi di dollari, con ben 4 milioni di stampanti 3D in giro per il mondo.

Le motivazioni di questa rapida diffusione sul mercato sono presto spiegate: le stampanti 3D hanno un funzionamento molto semplice, simile alle macchine utilizzate solitamente per la realizzazione di manifesti e poster. Inviando dal proprio PC l’input dove è presente il progetto tridimensionale da realizzare in 3D, la stampante inizierà il proprio lavoro che a seconda delle dimensioni dell’oggetto da riprodurre, potrebbero passare anche delle ore prima che il lavoro venga concluso.

Nessuno è in grado di predire il futuro in modo certo, tutti possiamo farci un’idea di quello che potrebbe essere, ma le cose possono cambiare in modo rapido e imprevedibile e forse un giorno le stampanti 3D saranno una necessità di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *