"

L’Inferno di Dante nei disegni di Botticelli al cinema: la nostra anteprima

Dal 7 al 9 novembre ritorna la grande Arte al cinema con Botticelli. Inferno, uno straordinario documentario diretto da Ralph Loop e distribuito da Nexo Digital, che indaga una delle opere più intime e misteriose del grande Maestro del Rinascimento Italiano.

La mappa dell’Inferno di Dante, un disegno celato a lungo nei depositi del Vaticano, è il protagonista di un viaggio coinvolgente e suggestivo che attraversa i nove livelli dell’inferno dantesco, qui interpretato magistralmente dalla fervida e fedele mano di Botticelli.

Una vera e propria Mappa dell’Inferno ci guiderà tra i peccati, le punizioni e gli incubi dei vizi capitali, rivelandoci un lato inquieto e oscuro che fino ad ora era stato occultato. Un aspetto essenziale per comprendere al meglio e nel profondo il genio assoluto, creatore della bellezza idealizzata e dell’armonia delle forme, che attraverso 102 disegni diede vita alle descrizioni dantesche, dedicandosi con passione e dedizione ad un progetto minuzioso ed intenso che ancora oggi dialoga con le nostre anime, accogliendoci nei luoghi inesplorati che ci avvicinano al Botticelli uomo e al suo tempo.

L’artista fiorentino costituì una delle figure più rappresentative della Firenze medicea della seconda metà del Quattrocento. Le linee sempre più sottili e ariose e gli equilibri cromatici, tracciarono i canoni dell’immagine ideale di bellezza, che rifletteva i modelli culturali Neoplatonici che in quegli anni dominavano le scene artistiche e intellettuali, e nei quali antico e presente convivevano con elegante disinvoltura. I disegni su pergamena costituiscono un eccezionale incontro tra il padre dell’Umanesimo cristiano e il massimo esponente del Rinascimento, Botticelli infatti accolse con entusiasmo la commissione di Lorenzo di Pierfrancesco de’ Medici, e si tuffò in uno studio approfondito seppur travagliato, della Divina Commedia, e dei suoi simboli.

Il film Botticelli. Inferno racconta la poesia dantesca resa viva dalle visioni stilistiche di Sandro Botticelli, che dedicò parecchi anni, alla realizzazione dell’opera monumentale, che oltre alle allegorie pittoriche e ai personaggi affascinanti, racchiude una storia straordinaria che l’ha portata in luoghi fino ad ora inesplorati. Il lungometraggio realizzato tra il Vaticano, Firenze, Londra, Berlino e la Scozia, è ricco di interviste e testimonianze di esperti, che per l’occasione riveleranno ulteriori ed importanti dettagli portati alla luce da studi recenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *