"

Beware the SlenderMan: l’inquietante trailer del nuovo documentario HBO

Potrebbero essere scambiati benissimo per degli episodi apocrifi di Black Mirror, ma sono casi di cronaca veri e recenti quelli su cui si basa il nuovo documentario HBO.

Se la fortunata serie televisiva britannica mette sul tavolo il distopico presente soggiogato dalla tecnologia, il caso delle due dodicenni Morgan E. Geyser e Anissa E. Weier e del tentato omicidio nei confronti di una loro coetanea Payton Isabella Leutner è l’incubo lucido che tutti dobbiamo affrontare.

Ma cosa ha smosso svariate persone a spingersi oltre il limite? Sempre nel 2014 una ragazza di tredici anni indossando una maschera bianca ha aggredito sua madre e, pochi mesi dopo, Lily Marie Hartwell di soli quattordici anni ha dato fuoco alla sua casa con madre e fratellino all’interno. A quanto pare l’ossessione per SlenderMan.

Ma chi è SlenderMan? Un mostro immaginario creato nel 2009 per un concorso fotografico e diventato subito un fenomeno di internet.

Definito come “il primo grande mito del web” è un uomo alto (240 cm), dalla carnagione chiara, snello e privo di un volto ma soprattutto un predatore di bambini.

Diventa protagonista di innumerevoli leggende sul web e creepypasta (storie dell’orrore su internet) e feticcio di una religione techno, con dei veri e propri seguaci che si spingono fino al sacrificio rituale.

Il terribile episodio, seguitissimo negli Stati Uniti, del 31 maggio del 2014 nella contea di Milwaukee, verrà ora narrato in Beware of the Slenderman.

Diretto da Irene Taylor Brodsky il film a metà strada tra un racconto dell’orrore e un reportage, si soffermerà sul processo alle due ragazzine con le interviste ai famigliari, dedicando la giusta riflessione al fenomeno di SlenderMan e al modo in cui oggi i giovani (e non) si relazionano alla rete in tutte le sue ombre e luci.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *