"

Animali fantastici e dove trovarli: spin off godibile, ma reggerà la pressione dei sequel?

Animali fantastici e dove trovarli è finalmente approdato al cinema, con ovviamente un buon esordio al botteghino.

La saga di Harry Potter è stata sia al cinema che nei libri una delle più seguite della storia.

Con il successo del maghetto, il mondo dell’editoria e J. K Rowling non potevano non far felici i fan con uno spin off.

Dopo l’uscita, per molti deludente, de La maledizione dell’erede, ecco un altro capitolo del mondo espanso della magia.

Animali fantastici e dove trovarli segue le avventure di Newt Scamander, giovane biologo mago con la passione per gli animali.

Nel film troviamo molte creature del mondo magico, in un tripudio di design ed effetti speciali che lasceranno soddisfatti sia grandi che bambini.

La nota positiva del film è la capacità del veterano regista David Yates e della neo-sceneggitrice J.K Rowling di creare un universo separato dalla saga del maghetto. Questo anche grazie ad una colonna sonora evocativa e nostalgica, ma con una sua personalità.

animali-fantastici-dove-trovarli

Per quanto riguarda il cast, c’è poco da dire. L’attore Eddie Redmayne si dimostra a suo agio nei panni dell’esuberante biologo. La sua spalla Katherine Waterston regge il confronto, facendo sperare che il suo personaggio torni con maggiore profondità.

Tutto questo dona al film una sua identità, che mette pace nei cuori anche di chi non è un fan di Harry Potter.

C’è però una nota negativa come spesso succede ad Hollywood: la fame di sequel. L’idea di avere altri lungometraggi della saga lascia dubbi. Da un lato abbiamo la simpatica eccentricità di Scamander, dall’altra la vena dark che risulta forzata.

Nel complesso, Animali fantastici e dove trovarli è un film godibile. Aperto a tutta la famiglia, sia per i neofiti che per coloro che “sono rimasti con Harry fino alla fine.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *