laChapelle4

David LaChapelle: i sogni barocchi del fotografo pop in mostra a Venezia

Dal 12 aprile al 10 settembre 2017, la Casa dei Tre Oci di Venezia accoglierà l’universo barocco, pop e dissacrante di David LaChapelle, uno fra i più controversi e importanti fotografi contemporanei. Oltre 100 immagini, andranno a ripercorrere dagli anni Novanta fino ad oggi, l’intera carriera dell’artista statunitense, presentando per la prima volta al mondo la serie: New World, un progetto inedito che racchiude 11 fotografie realizzate negli ultimi 4 anni, che segna il ritorno alla figura umana, messa in relazione ai grandi temi come la gioia, la natura, l’anima e il paradiso.

La mostra organizzata dalla Fondazione di Venezia e Civita Tre Venezie, a cura di Reiner Opoku e Denis Curti, parte dai primi lavori in bianco e nero degli anni Novanta, quando riceve il primo incarico professionale fotografico da Andy Warhol, per la rivista Interview, un periodo nel quale LaChapelle riflette sulle possibilità divulgative e comunicative dell’editoria, profondamente legate alla Pop Art. Le ossessioni contemporanee, il rapporto con il piacere, con il superfluo e con la sfrenata esigenza di apparire, sono i temi che l’artista denuncia nei suoi scatti, le superfici laccate e i colori elettrici incorniciano i nudi sfacciati e volutamente aggressivi delle istantanee.

L’icona diviene per LaChapelle il vero seme di uno stile che si fa ricerca e contenuto, che nella Pop Art trova l’ispirazione e riflette così sull’infinita riproducibilità dell’immagine, i soggetti prediletti diventano le celebrità, da Michael Jackson a Madonna, da Muhammad Ali a Andy Warhol , da Hillary Clinton a Uma Thurman, da Jeff Koons a David Bowie, le immagini vengono utilizzate come merce prodotta in serie, consapevolmente sacrificata sull’altare del sistema fondato sull’icona.

laChapelle3 laChapelle1 laChapelle5 laChapelle2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *