"

Premio Pulitzer 2017: tutti i vincitori

Si è svolta ieri la cerimonia di premiazione del Premio Pulitzer 2017, la kermesse americana che premia il meglio del giornalismo, della letteratura e della musica; ad assegnare i riconoscimenti, una giuria composta da 19 persone provenienti dal mondo accademico e dell’informazione.

Il Premio Pulitzer fu istituito nel 1917 dal famoso giornalista ed editore ungherese Joseph Pulitzer; attualmente il premio è gestito dalla Columbia University di New York e al vincitore di ogni sezione viene assegnata una somma pari a 10 mila dollari, ad eccezione del primo classificato nella sezione “giornalismo per il bene pubblico” al quale va una medaglia d’oro.

Vediamo quali sono i vincitori 2017 del prestigioso premio.

Premio Pulitzer 2017, categorie e vincitori

Giornalismo

Giornalismo per il bene pubblico: New York Daily News e ProPublica che, grazie al lavoro della giornalista Sarah Ryley, ha reso noti gli abusi nell’applicazione delle leggi sullo sfratto da parte delle forze dell’ordine.
Giornalismo di ultim’ora: East Bay Times
Giornalismo investigativo: Charleston Gazette-Mail
Giornalismo locale: Salt Lake Tribune
Giornalismo nazionale: a David A. Fahrenthold del Washington Post
Giornalismo internazionale: alla redazione del New York Times
Miglior articolo: C. J. Chivers del New York Times
Giornalismo di commento: Peggy Noonan del Wall Street Journal
Critica: al critico teatrale Hilton Als del New Yorker
Miglior editoriale: Ad Art Cullen dello Storm Lake Times di Storm Lake
Miglior editoriale in vignetta: a Jim Morin, vignettista del Miami Herald.
Fotografia di ultim’ora: Al fotografo freelance Daniel Berehulak
Fotografia caratteristica: a E. Jason Wambsgans del Chicago Tribune

Arti e lettere

Narrativa: a Colson Whitehead per The Underground Railroad, romanzo ancora non tradotto in Italia.
Drammaturgia: a Lynn Nottage per l’opera teatrale Sweat

Storia: a Heather Ann Thompson per il saggio Blood in the Water: The Attica Prison Uprising of 1971 and Its Legacy
Biografia e autobiografia: a Hisham Matar per Il ritorno. Padri, figli e la terra fra di loro (pubblicato in Italia da Einaudi)
Poesia: a Tyehimba Jess per Olio
Saggistica: a Matthew Desmond per Evicted: Poverty and Profit in the American City
Musica: alla compositrice cinese Du Yun per l’opera lirica Angel’s Bone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *