"

Tom Cruise, il Re del cinema d’azione e non solo

Mentre La Mummia sta ottenendo un grande successo planetario, arriverà nelle sale italiane a settembre sempre con Tom Cruise, il film Barry Seal: si tratta dell’ennesima prova importante per un attore da tre decenni sulla cresta dell’onda cinematografica. L’attesa per questo suo ruolo da criminale “gentiluomo” è molta.

Soprattutto perché si tratta di una storia vera che ai tempi in cui accadde catturò molto l’attenzione: Barry Seal era infatti un truffatore e pilota che viene  ingaggiato dalla CIA per lavorare a una delle più grandi operazioni sotto copertura della storia americana. Il trailer distribuito in italiano non rende chiaro se si tratti di un docufilm dai toni drammatici pronto a ricalcare la storia reale o sia una commedia noir: quel che è certo è che con molta probabilità si assisterà ad un’altra importante avventura cinematografica di Tom Cruise, non nuovo a personaggi complessi ed interessanti.

Per quanto sia particolarmente conosciuto per film come Top Gun e la serie Mission Impossible infatti, in realtà sono ben altri film che sono stati in grado di evidenziare la sua bravura.

Nato il quattro luglio

Nato il quattro luglio è una pellicola diretta da Oliver Stone nel 1989 e racconta delle vicende vissute in Vietnam e poi al ritorno in patria dell’ex marine ed attivista Ron Kovic: per questo ruolo Tom ottenne nel 1990 una nomination all’Oscar come migliore attore protagonista e vinse un Golden Globe nella stessa categoria.

Jerry Maguire

In molti potrebbero giudicare come inusuale questo film diretto nel 1996 da Cameron Crowe rispetto alla generale filmografia di Tom Cruise. La pellicola con Cuba Gooding Jr. e Renée Zellweger, racconta la carriera e la vita privata di un procuratore sportivo e di come il successo possa cambiare e non sempre in bene, ciò che si è. Per la sua interpretazione l’attore conquista il secondo Golden Globe della carriera come attore protagonista.

Magnolia

E’ un film “corale” dove diverse storie si intrecciano in un ambiente giallo e drammatico. Tom Cruise è uno dei tanti protagonisti, ma pur non essendo il principale è senza dubbio quello che spicca di più. Per lui, arriva infatti nel 2000 il terzo Golden Globe della carriera, questa volta nella categoria “attore non protagonista“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *