Star_Wars

Star Wars VIII – Gli ultimi Jedi: il mondo festeggia i 40 anni della saga con il primissimo trailer

Finalmente è arrivato il primo sguardo a Star Wars VIII – Gli ultimi Jedi, con il primo teaser trailer.

Rey, dopo gli avvenimenti del settimo capitolo, sta intraprendendo il suo viaggio alla scoperta della forza.  A fargli da maestro il ritrovato e leggendario Luke Skywalker, uscito dal suo isolamento, di cui ancora non sappiamo il motivo. Nel video si vede una battaglia spaziale (come da copione) e nuove astronavi. Non mancano Flynn e Poe, i due scavezzacollo dell’alleanza alle prese, a quanto pare, con l’ennesimo attacco del Primo Ordine.

Inutile dire che il film è uno dei più attesi dell’anno, in arrivo nella stagione natalizia. A capo del progetto Rian Johnson, che si accolla la difficile eredità. Star Wars VII continua a dividere i fan, ma non possiamo che mostrarci emozionati a vedere ancora una volta il Millenium Falcon che sfreccia contro i TIE Fighter.

Tante domande ruotano intorno al sequel. Scopriremo davvero chi sono i genitori di Rey? Gli ultimi jedi sono davvero solo Luke e la giovane protagonista? Chi è la figura ammantata che addestra Kylo Ren ne Il risveglio della forza?

A proposito del cattivo Kylo Ren, interpretato da Adam Driver, speriamo mostri più carisma ed un’evoluzione nel personaggio. Tante  curiosità anche per l’arrivo sul set di Benicio Del Toro.

Star Wars è in un periodo importante della sua storia, dal momento che ha appena compiuto 40 anni, con celebrazioni in tutto il mondo; tra i vari eventi, la possibilità per pochi fortunati di vedere il film in anteprima e l’uscita home video di Rogue One.

Ancora una volta siamo pronti per tornare là: in una galassia lontana lontana.

fast_8

Fast & Furious 8: non importa la sceneggiatura, importa solo esagerare con successo!

Appena arrivato al cinema, Fast & Furious 8 ed è già un successone.

Dopo gli avvenimenti del settimo capitolo, Dom Toretto si gode la sua luna di miele a Cuba. La famiglia è in pace e i colleghi di sempre, Brian e Mia, sono fuori dai giochi. Luke allena la squadra di calcio della figlia e si tiene lontano dai guai, così come gli altri componenti. Tutto sembra andare per il meglio finche Cypher, diabolica hacker, non decide di voler scatenare una guerra. Dom sarà costretto a tradire tutto ciò in cui crede, mettendo a repentaglio chi ama e gli amici di sempre.

La premiata ditta F. Gary Gray/Vin Diesel rilancia uno dei franchise più famosi di sempre, e con successo!

Il mondo ha un po’ tremato di fronte alla notizie che Fast & Furious avrebbe avuto un’altra trilogia. Fin dall’inizio la saga era una scommessa: corse, belle donne, machismo e un pizzico di morale. Molti pensavano che sarebbe stato un terreno fertile fino a un certo punto. Molti altri hanno pensato che senza il compianto Paul Walker (comunque ricordato nel finale), non sarebbe stato più lo stesso. Invece Gray e Diesel non si sono arresi e hanno puntato tutto sul grande spettacolo.

Certo, il fulcro della trama potrebbe risultare un po’ tirato per i capelli. Ma la cosa bella di una saga come F & F è che ribalta la situazione classica: grande sceneggiatura ovvero grande film. In questo franchise possiamo dire che la sceneggiatura passa in secondo piano incredibilmente con successo perchè l’esagerazione sullo schermo è lodevole. Fast 8 è roboante, adrenalinico e quando si pensava di aver visto tutto rivoluziona il concetto di “tamarro”. Il punto centrale della saga in effetti è sempre stato su poche colonne portanti: un grande cast, scene d’azione, colonna sonora trascinante. In particolare c’è un inseguimento su quattro ruote che è probabilmente uno dei car chase più stupefacenti mai realizzati nella storia del cinema.

Parlando del cast sono tutti veterani dello stile della saga. Vin Diesel ormai si confonde col suo Dom Toretto, Michelle Rodriguez si conferma come una action woman di successo; The Rock è sempre The Rock: l’eroe americano che tutti amano. In questo film, in particolare, la coppia The Rock/Jason Statham è talmente carismatica che potrebbe mettere su un franchise a parte. Kurt Russell ormai afferma la sua nuova giovinezza, cosi come la new entry Helen Mirren, che seppur poco sullo schermo, eclissa col suo charme tutti gli altri. E la villain? Charlize Theron ormai ha deciso di gettarsi nell’azione, e qui è assolutamente, splendidamente, puramente malvagia.

8 film dopo, Fast & Furious non ha certo voglia di appendere il volante al chiodo; arriva sgommando al pubblico e distrugge i concorrenti, tamarro come sempre e incredibilmente ancora nel fiore degli anni.

 

Atomica_Bionda

Atomica Bionda: il secondo trailer dell’action movie con Charlize Theron

Dopo il primo robante trailer, Atomica Bionda si mostra dopo breve tempo nella seconda sequenza di immagini.

Come già rivelato, la protagonista è un’infallibile agente segreto dei servizi britannici. Siamo subito dopo la caduta del muro di Berlino e la protagonista è alle prese con tutte le conseguenze dell’episodio storico; intrighi e doppiogiochismo si uniscono tra loro, portando la spia ad affrontare la missione più difficile della sua carriera.

Gli action movie, si sa, non passano mai di moda, soprattutto se ispirati ad una graphic novel; Atomica Bionda dimostra già dai trailer di non risparmiare nessun colpo. A  capo della crew c’è David Leitch, ormai affermato veterano dell’action. Leitch è famoso per aver collaborato al primo stupefacente John Wick e lo attendiamo alla gloria come regista  del secondo capitolo di Deadpool. Il curriculum al regista non maca di certo, e nemmeno il cast. Infatti insieme alla bellissima Charlize Theron abbiamo nomi come James McAvoy, John Goodman e Toby Jones. Per non parlare di Sofia Boutella, villain anche dell’atteso reboot La Mummia.

Charlize Theron è nel pieno della sua potenza cinematografica, sperando che duri ancora tanto. Al momento è appena arrivata al cinema con Fast 8. L’azione non la spaventa di certo, reduce  anche dell’interpretazione di Imperatrice Furiosa in Mad Max-Fury Road; il personaggio di Furiosa è uno dei suoi più celebri e i fan chiedono a gran voce uno spin off solo su di lei. In Atomica Bionda la bionda in questione si lancia in mirabolanti scene di azione senza stunt; già dalle poche immagini possiamo dire che è uno spettacolo per gli occhi.

Il film arriverà nelle sale americane il 28 luglio.

the_mist

The Mist: il trailer dell’inquietante serie tratta dal racconto di Stephen King

Rilasciato il trailer di The Mist, tratto dal celebre racconto di Stephen King.

Siamo in una tranquilla cittadina, dove la routine verrà sconvolta dall’arrivo di una nebbia improvvisa. Quello che sembra un semplice fenomeno meteorologico diventerà sempre più inquietante, raggiungendo il climax quando dalla nebbia cominceranno a palesarsi inquietanti creature. Dopo lo sconvolgimento iniziale, seguiremo le orme di un gruppo di sopravvissuti; tra di essi anche persone pronte a sacrificare gli altri pur di salvare la pelle.

Al timone della serie c’è Frank Darabont, celebre per The Walking Dead, il famoso survival horror di successo. Nel cast Morgan Spector, Alyssa Sutherland, Gus Birney, Danica Curcic, Isaiah Washington e Frances Conroy.

The Mist-La serie è la seconda trasposizione del racconto di King, dopo l’horror di culto del 2007.

La stagione 2017-18 sembra proprio all’insegna del maestro del terrore; dopo la sfortunata trasposizione di Under The Dome, le produzioni riprovano a portare come telefilm un racconto di successo dello scrittore; la speranza è di non fare la fine di 22/11/69, miniserie ormai dimenticata. Poco tempo fa abbiamo visto anche l’inquietante trailer di IT, remake del film trasposizione del libro. IT è probabilmente una delle opere più importanti di King, che è riuscito a terrorizzare intere generazioni col pagliaccio mangiabambini.

Un’altra attesissima trasposizione è il film tratto dalla saga de La Torre Nera, che vanta un cast d’eccezione: primi fra tutti Idris Elba e Matthew McConaughey. Trasportare al cinema La Torre Nera è un impresa titanica; chissà se sarà il successo sperato, garantendo il continuo del franchise.

The Mist approderà sugli schermi il 22 giugno.

Richard-Gere-Taormina-Film-Festival

The Dinner: il trailer italiano del nuovo thriller con Richard Gere

Richard Gere torna al cinema con The Dinner.

Un membro del congresso in corsa per diventare governatore, invita il fratello minore ad una cena; con loro le rispettive compagne. La location invece, è uno dei ristoranti più lussuosi di tutta la città. Sembra la descrizione della serata perfetta se non fosse che i quattro sono li per discutere di un orribile fatto. Infatti, l’argomento principale delle due coppie sarà come affrontare le conseguenze di un omicidio, compiuto dai rispettivi figli. I quattro genitori si trovano in un dramma morale e, a fine cena, nessuno sarà più lo stesso.

The Dinner è un thriller teso e angoscioso tratto dal libro di Oren Moverman; l’opera omonima è stata un best seller di grande successo.

Insieme a Richard Gere abbiamo la bella Rebecca Hall. L’altra coppia è rappresentata da Steve Coogan e Laura Linney.

Richard Gere torna al cinema dopo Franny, il drammatico film dove interpretava un filantropo con i sensi di colpa. L’attore è anche un noto attivista, soprattutto con cause contro i conflitti; inoltre è anche tra i nomi più importanti della lotta all’AIDS. Nel 2014, ha portato il suo attivismo al cinema, soprattutto nella campagna pubblicitaria per Gli Invisibili. Lo ricordiamo anche in Italia proprio per presentare il film, dove parlò molto sul problema dei senzatetto. Gli Invisibili inoltre, è un film indipendente girato dallo stesso autore del libro da cui è tratto The Dinner.

Il film è stato presentato alla Berlinale e arriverà in America l’11 maggio e in Italia il 18 dello stesso mese.

Julian_Assange

Risk: trailer del docufilm su Julian Assange

Showtime, celebre canale americano, ha presentato il trailer di Risk, docufilm su Julian Assange.

Al timone del progetto la veterana del documentario Laura Poitras, vincitrice nel 2015 dell’Oscar con Citizenfour. Quest’ultimo è un altro documentario su una figura controversa: Edward Snowden, di recente tema principale del film di Oliver Stone.

In Risk, seguiremo Assange attraverso i suoi ultimi mesi di libertà. Verranno mostrati al pubblico gli intrighi e gli intrecci della sua vita, dalla politica all’attivismo; non mancherà ovviamente la parte personale. Il periodo di tempo su cui è incentrato il documentario è soprattutto la campagna per la presidenza americana; durante la propaganda, WikiLeaks aveva fatto trapelare delle mail del congresso del partito democratico.

Julian Assange, noto attivista australiano, ha cominciato a far parlare di se nel 2006 quando presentò dei documenti contententi le prove per un assassinio; l’operazione era un complotto per uccidere i membri del governo somalo. Da lì in poi WikiLeaks è diventato un sito attaccato da molti e temuto da molti potenti della terra. L’associazione riceve documenti protetti dal segreto, da quello militare a bancario, e poi li presenta sul sito, curato da attivisti fino a scienziati, anche se qualunque persona potenzialmente può inviare documenti all’organizzazione senza scopo di lucro. In molti si sono schierati per la missione di WikiLeaks, nel 2011 il sito venne addirittura proposto per il Nobel per la Pace.

Ad oggi, il co-fondatore Julian Assange è ancora chiuso nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra.

Risk debutterà in America in estate ma non abbiamo ancora date per il resto del mondo.

Thor_Ragnarok

Thor – Ragnarok: lo spettacolare trailer del terzo capitolo sul Dio del Tuono

Rilasciato il primo trailer di Thor: Ragnarok!

Thor non è più il Dio del Tuono. Senza il suo potente martello, si ritrova imprigionato lontano dalla sua Asgard; in un mondo minaccioso, dovrà lottare contro il suo ex compagno d’arme: Hulk. Il perchè il figlio di Odino sia così distante da casa è un mistero; fatto sta che Thor dovrà combattere come mai per impedire alla nuova villain, Hela, di distruggere Asgard e ciò che rappresenta.

Thor – Ragnarok è uno dei film più attesi della terza fase della Marvel. La pre-produzione del film è stata lunghissima (le prime indiscrezioni sono ormai di quasi 4 anni fa); nonostante questo però, come sempre casa Marvel regala un trailer spettacolare. Della trama sappiamo poco, soprattutto i fan si chiedono ormai da tempo come sono riusciti ad unire Planet Hulk ad un film di Thor. Planet Hulk è forse una delle saghe più di successo della casa fumettistica; saga che probabilmente si meritava un film (o due) tutti suoi. Nonostante ciò però, le azioni sicuramente non mancano e ritrovare Mark Ruffalo come Hulk fa comunque piacere.

Tra i vecchi volti tornano Loki, sempre Tom Hiddleston, e Odino, interpretato dal grande Anthony Hopkins, ormai a suo agio col ruolo. Mentre parlando di volti nuovi la più attesa è lei: Cate Blanchett. La prima immagine di Hela ha “sconvolto” tutti: dark, austera ed elegante, siamo sicuri che sarà una sfida non da poco per il biondo Thor.

Accanto a Chris Hemsworth abbiamo vecchi e nuovi alleati: Jaimie Alexander sarà Lady Sif e vedremo anche Doctor Strange, sempre col volto di Benedict Cumberbach.

Thor – Ragnarok arriverà in sala il 25 ottobre 2017.

Toni_Servillo

Cinema italiano: un 2016-17 positivo, tra nuove e vecchie glorie

L’arte, si sa, è una musa mutevole e capricciosa. Anche il cinema non è certo immune agli alti e bassi; ogni volta che un film debutta al cinema, il terrore rappresentato dalla parola “flop” è dietro l’angolo. Questi sono problemi che attanagliano le potenti produzioni americane e bollywoodiane, ma anche quelle a budget più modesto: come la nostra.

Il cinema italiano ha mutato pesantemente negli anni, lasciando un eredità “difficile” da gestire. In tutto il mondo, nomi come Luchino Visconti, Mario Monicelli o Vittorio De Sica influenzano i registi esordienti. Ancora oggi, questa schiera di titani del cinema lascia il segno nella stilistica moderna di fare cinema. Questo lascito porta anche ogni tanto ad un velo di nostalgia per quel cinema che non c’è più. Per quanto sia normale un ricircolo ed una mutazione nel mestiere del regista, spesso grandi capolavori del passato sono stati oscurati dalla pura commercializzazione. Risulta ovvio dire che il cinema italiano, che ha dimostrato più volte di essere grande, abbia avuto qualche scivolone. Per non parlare del dubbio “successo” dei cinepanettoni.

Il 2016 e fino ad ora il 2017 ci ha regalato però delle ottime prove, inaugurando un piacevole periodo per il cinema del Belpaese. Paolo Sorrentino ad ora è una delle voci più influenti del cinema nostrano; il premio Oscar come miglior film straniero per La Grande Bellezza ha portato sicuramente lustro alla categoria. Insieme a Sorrentino l’altro nome da citare è Toni Servillo. L’attore sta vivendo un periodo prolifico, ed è già stato confermato nel cast di Loro, sempre di Sorrentino, dove interpreterà Silvio Berlusconi. Un altro enorme successo è stato Fuocoammare di Gianfranco Rosi, documentario toccante e tragico sul dramma dell’immigrazione. Persino un’attrice del calibro di Meryl Streep ha lodato il pluripremiato docufilm.

Il 2016 però, verrà ricordato per la grande corsa ai premi di due film in particolare: Perfetti Sconosciuti e Lo chiamavano Jeeg Robot. Due film completamente diversi che hanno dominato la scena per tutto l’anno. Perfetti Sconosciuti, commedia cinica di Paolo Genovese, conquista il David di Donatello; una sceneggiatura intensa scritta a ben 10 mani, con un cast di attori di elevata qualità.

Lo chiamavano Jeeg Robot non è il film che vi aspettereste: un antieroe con superpoteri che vaga per Roma! come incipit sicuramente non è usuale per il cinema italiano. La scommessa di Gabriele Mainetti però è un successo; i due promotori di questa pioggia di premi sono soprattutto Claudio Santamaria e Luca Marinelli. Claudio Santamaria è un nome già conosciuto, ma la scoperta di Luca Marinelli è stata eccezionale. Basti vedere il successo che è caduto sopra di lui, presente sempre più spesso nei film. L’ultimo a breve al cinema Lasciati andare con Toni Servillo.

Il 2017 ha visto trionfare ai David di Donatello La pazza gioia di Paolo Virzì, film favoritissimo. Anche qui, abbiamo un grande contrasto tra due film molto diversi: infatti l’altro favorito era Veloce come il vento. Quest’ultimo però, si aggiudica il premio come migliore attore ed altri sei premi. A brillare è una vecchia conoscenza: Stefano Accorsi, ormai veterano dei nostri schermi.

Il 2016-2017 prosegue quindi in maniera positiva per il cinema italiano. A volte vecchio, a volte moralistico, a volte sorprendente, il nostro cinema dimostra di avere ancora qualcosa da dire. L’ultimo grande omaggio è a Cannes, dove la nostra Claudia Cardinale è la musa del nuovo poster del festival.

tupac

All Eyez on Me: il trailer del biopic sul celebre rapper Tupac Shakur

Rilasciato il trailer di All Eyez on Me, biopic sulla tragica parabola di Tupac Shakur.

Il biopic seguirà la breve vita del celebre rapper della West Coast, a partire dagli insegnamenti del padrino. Inoltre, verrà indagato il suo rapporto col pubblico e la notorietà; la sua vita da superstar fino ai concerti e ai rapporti con le case di produzione. Non mancheranno però i suoi contrasti con la polizia ed i media che lo hanno accompagnato per tutta la sua carriera.

Il trailer arriva subito dopo l’inserimento del rapper nella Rock’n’Roll Hall of Fame, con una cerimonia presieduta dal collega ed amico Snoop Dogg.

Nel biopic, Tupac è interpretato da Demetrius Shipp Jr, insieme a lui Jamie Hector, Jamal Woolard, interprete di Notorius Big e Dominic L. Santana, che darà il volto al boss della Death Row Records.

Tupac, o 2Pac, è stata una delle maggiori voci rapper della storia. Una carriera breve e intensa proporzionata solo al suo enorme successo, con un record di 85 milioni di dischi nel mondo. In un periodo in cui il Gangsta Rap era malvisto in America, Tupac è stato un punto di riferimento per la comunità rap. Nei suoi testi si legge di razzismo, emarginazione, accuse all’abuso di potere e tante altre tematiche che hanno fatto di lui un artista scomodo. Fuori dagli studios, Tupac ha vissuto le faide tra le gang di strada, e una di queste l’ha portato alla morte nel 1996.

Il film arriverà nelle sale americane quest’estate il 16 giugno, il giorno in cui avrebbe compiuto il suo 46° compleanno.