Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Artisti lotta per salvare Haiti museo dopo il terremoto del 2010

Franck Louissaint sospirò e si voltò come ha fatto un passo sul suo patio e gettò da parte tende da doccia tutela di un dipinto di un ex sacerdote voodoo che è diventato un rinomato artista Haitiano.

La pittura del 1960, una volta raffigurato un apparentemente gioiosa voodoo spirito conosciuto come un loa, ma è degenerata in qualcosa che assomigliava a una tridimensionale di immagini satellitari della montagna dopo che è stato danneggiato da detriti e fradicio quando 2010, un terremoto ha colpito il museo dove è stato mostrato.

"È come la pelle di un coccodrillo!" esclamò Louissaint, un artista che si aspetta più di sette mesi di lavori per ripristinare completamente il dipinto di Robert Saint-Brice.

è una delle decine di famosi dipinti che gli artisti sono ancora cercando di salvare quasi un decennio dopo il terremoto di magnitudo 7,0 ha ucciso circa 300.000 persone o più e ha colpito innumerevoli edifici, tra cui il Museo di Arte Haitiana di St. Pierre College — una delle massime istituzioni. Più di 600 altri acquerelli e dipinti di artisti di spicco sono ancora in deposito e in pericolo di decadenza, come un piccolo gruppo di artisti lotte per ripristinare le opere danneggiate.

Mentre la vita ha di nuovo inizio per molto di Haiti dal sisma, il museo è stato con le imposte per nove anni e solo di recente ha aperto un piccolo spazio per la visualizzazione di una piccola quantità di art.

In una recente giornata, 91-anno-vecchio museo, il presidente Louis Du Bois camminato a passo svelto attraverso l'edificio, sottolineando danneggiato il tetto e le pareti, come di tanto in tanto ha messo gli occhiali per ispezionare alcuni dipinti.

"Dobbiamo riaprire al pubblico," ha detto. "Tutti i grandi artisti sono qui."

Il terremoto sconvolse anche altri spazi pubblici dedicati all'arte in tutta Haiti, con 30 milioni di dollari in perdite registrate presso il Museo d'Arte di Nader, che era una delle più vaste collezioni di arte Haitiana.

Ma il Museo di Arte Haitiana è uno dei pochi in tutto il mondo per ospitare Haiti dipinti del 20 ° secolo. Il museo, che in precedenza ha attirato circa 9.000 visitatori all'anno, è stato istituito nel 1970 dagli amanti dell'arte, per commemorare UNITI pittore DeWitt Peters e si è nascosto in un angolo sud-est di Port-au-Prince zona storica della città. Per lo più hanno donato opere d'arte.

Meno di una dozzina di dipinti, sono attualmente in mostra, tra cui uno intitolato "Matrimonio di Interesse" da Rigaud Benoit, che è considerato un maestro di Haiti, dove la pittura, e la "Torre di Babele" di Préfète Duffaut, il cui lavoro è stato raccolto da Jacqueline Kennedy Onassis. Sia gli uomini che anche dipinti murali all'interno di una cattedrale di Port-au-Prince che è stato appiattito dal terremoto.

Il museo più antico dipinto risale al 1945 e dal seminale di Haiti artista Hector Hyppolite.

La Smithsonian Institution ha aiutato il museo di ripristino di alcuni dipinti, come il Louvre, che ha anche donato 1.000 copie di un catalogo che illustra tutte di Hyppolite dipinti di polizia locale potrebbe vendere loro per aiutare a generare soldi.

Ma il museo ha ancora vuota, le pareti bianche, con centinaia di opere impilati in una stretta area di stoccaggio esposte a fonti di calore, umidità e altri pericoli. Loro sono preso solo per la pulizia, mentre più di 30 terremoto danneggiato le opere sono in fase di restauro.

Tra quelli che necessitano di attenzione è un 1960 giungla lussureggiante scena da Jean-Claude Toussaint, che è quasi strappato a metà e anche tagliato in diagonale. La pittura rimane arrotolata con ingiallite nastro adesivo che ha perso la sua tenuta.

Du Bois stima che il museo ha bisogno di $50.000 a riaprire, notando il tetto deve essere fissa ed energia elettrica riparato prima di dipinti possono essere visualizzati.

Per ora, lui e gli altri sono basate unicamente sul restauro sforzi di artisti come Erntz Jeudy nelle vicinanze di Quisqueya Università.

Jeudy di recente si sedette davanti a 71-da-79 pollici (180-da-200 centimetri) dipinto da sede a Miami artista Edouard Duval Carrié, intitolato "L'Esercito Repubblicano di Santo Domingo", che è stato spogliato di tela bianca in determinate aree.

"Questo significa molto per me perché è il restauro di un patrimonio molto ricco", ha detto. "E' bello essere in grado di lavorare e li trasmettono alle generazioni future".

È una sensazione familiare per Louissaint, che funziona fino a 10 ore di tempo per ripristinare Brice pittura. Lui ha detto che lo rende orgogliosi di avere il permesso di toccare tali opere d'arte.

"È la storia di un vecchio Haiti", ha detto. "Si inizia a vivere di nuovo."

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.