Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Brasile corte suprema di voti per rendere l'omofobia un crimine

Una maggioranza in Brasile, la suprema corte ha votato per rendere l'omofobia e la transfobia reati come il razzismo, una decisione venuta tra i timori che il paese di estrema destra, il presidente tornerà LGBT conquiste sociali.

Sei del Supremo Tribunale Federale del 11 giudici hanno votato a favore del provvedimento. Gli altri cinque giudici voteranno in udienza il 5 giugno, ma il risultato non sarà modificato. La misura avrà effetto dopo che tutti i giudici hanno votato.

il Razzismo è un delitto in Brasile nel 1989 con pene detentive fino a cinque anni. La corte ha stabilito che i giudici l'omofobia deve essere inquadrato all'interno del razzismo legge fino a quando il paese, il congresso approva una legge specifica in materia di discriminazioni LGBT.

Brasile Senato di fronte ad un disegno di legge per criminalizzare la discriminazione basata sull'orientamento sessuale o di genere con pene detentive fino a cinque anni.

"il Razzismo è un crimine contro la carne e il sangue, se si tratta di un membro della comunità LGBT, un Ebreo o un Afro-discendente, la" giustizia Luiz Fux ha detto giovedi.

La corte i giudici ha detto che la sentenza è stata all'indirizzo di un'omissione che aveva lasciato la comunità LGBT legalmente protetto.

Mentre il matrimonio omosessuale è legale in Brasile, è ancora un paese pericoloso per i membri della comunità LGBT, e dispone di un ampio movimento evangelico spesso critica per i diritti gay. Secondo il gruppo per i diritti del Grupo Gay da Bahia, 420 persone LGBT sono stati uccisi in tutto il Brasile nel 2018, mentre almeno 141 sono state uccise finora quest'anno.

Presidente Jair Bolsonaro, un ex capitano dell'esercito che ha assunto la carica il Gen. 1, ha una storia di commenti offensivi su i gay, i neri e le altre minoranze, riconoscendo apertamente che egli è un omofobò. Egli ha detto che avrebbe preferito un figlio morto che un figlio omosessuale.

La sentenza "arriva in un ottimo momento, quando abbiamo un capo di stato, che è LGBT-fobici", ha detto Bruna Benevides, presidente di Niteroi Diversità di gruppo. "La Corte di cassazione è assunto la responsabilità di proteggere noi".

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.