Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Iran spinge indietro dopo Trump accuse di anti-Semitismo

il ministro degli esteri iraniano sta spingendo indietro dopo che il Presidente Donald Trump ha detto che il paese "bad, bad things" e apparve il collegamento per l'attacco mortale a Pittsburgh sinagoga lo scorso anno da un Americano anti-Semite.

il Ministro degli Esteri Mohammad Javad Zarif ha twittato mercoledì che "gli Iraniani — compresi i nostri compatrioti Ebrei — si commemora in 40 anni di progressi, nonostante la pressione USA, proprio come @realDonaldTrump fa ancora le accuse contro di noi."

Nel suo discorso sullo Stato dell'Unione, Trump ha detto Iran "canti di morte in America e minaccia di genocidio contro il popolo Ebraico. Non dobbiamo mai trascurare il vile poison di Antisemitismo o di chi diffonde il suo velenoso, credo."

Egli ha poi parlato della sinagoga di ripresa, in cui 11 persone sono state uccise, senza direttamente implicando l'Iran.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.