Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Kashmiri reporter scopre la paura, il caos nella bloccata città natale

la Mia auto spostato all'interno di una colonna dell'esercito Indiano veicoli e una nuvola di polvere. In una giornata normale, sarebbe stato un viaggio liscio dall'aeroporto di Srinagar, la capitale estiva del Jammu e Kashmir stato, per la mia casa di famiglia nella città settentrionale di Baramulla.

Ma la vita è molto diversa nella Valle del Kashmir, in questi giorni. La parte che l'India controlli è ora sotto una sicurezza senza precedenti, giro di vite per evitare una rivolta dopo che il governo centrale di New Delhi improvvisamente spogliato della regione speciale status costituzionale, le ultime vestigia di una reale autonomia per la regione a maggioranza Musulmana, che è sostenuto da India e Pakistan.

Centinaia di soldati Indiani, armati con fucili automatici, la pattuglia di Srinagar-Baramulla autostrada, a 35 miglia (56 chilometri) lungo la strada che collega la regione principale della città, con le sue città settentrionali. Traffico civile è sporadica. I negozi sono chiuse. Esercito camion per acquisire velocità lungo la strada. E bobine di concertina filo di bloccare le strade che si diramano autostrada, costringendo i residenti a rimanere chiusi in casa.

Indiano controllato da parte del Kashmir è in blocco.

ho restituito per il Kashmir, la scorsa settimana su una segnalazione di allarme quando il Parlamento ha revocato la regione a statuto speciale. Il mio secondo viaggio era più personale. Stavo per andare a casa per vedere i miei parenti dopo non aver parlato di loro per giorni e giorni in mezzo a un arresto di telefono e servizio internet.

Il viaggio da Srinagar aeroporto di Baramulla è stato riempito con la paura e uno strano senso di ritorno a casa. Non c'era quasi nessun traffico in autostrada. Ogni 10-15 minuti, i soldati Indiani di veicoli fermi e perquisiti i viaggiatori.

la Maggior parte delle strade che ho attraversato sono stati disseminato di detriti — un segno della rabbia della popolazione. Le strade erano quasi deserte e l'umore tra la gente triste. Sotto la sobbollire crisi, ordinario Kashmiri sono stati catturati in tumulto e in attesa di vedere cosa succede.

"lotteremo India," ha detto Firdous Ahmad Naqash, 19, sulla strada che conduce al Sopore, una città del nord dove anti-India sentimenti profondi.

Muzaffar Teli, 56-anno-vecchio uomo seduto accanto a lui, ha fatto eco alle sue parole.

"Lui e me, è la lotta dell'India", ha detto.

Kashmiri paura la mossa di mettere la loro regione, sotto un maggiore controllo da New Delhi cambierà la sua demografia e l'identità culturale. In India hanno detto che la sua decisione di liberare la regione dal separatismo.

Ribelli in lotta Indiana regola per decenni. Circa 70.000 persone sono morte in scontri tra militanti e civili manifestanti e forze di sicurezza Indiane a partire dal 1989. La maggior parte Kashmiri desidera che sia l'indipendenza o di una fusione con il Pakistan.

Il nucleare armati rivali hanno combattuto due guerre sul Kashmir. Il primo finì nel 1948 con la regione divisa e una promessa di U. N.-promosso un referendum che non è stata mai tenuta.

Conversazioni con i residenti, molti dei quali ha parlato in forma anonima per paura di essere arrestati dalle autorità Indiane, spesso si è conclusa con un profondo sospiro, o uno scoppio di rabbia.

"e' tutto in bianco e nero ora. Sono loro (India) rispetto a noi", ha detto Masarat Gen, sua figlia aggrappato a lei stretto come hanno manovrato il tutto concertina filo.

"Lei è un paziente di asma," ha detto Jan, riferendosi alla figlia. "Come si ottiene il suo la medicina ha bisogno se queste restrizioni continuare?"

A casa, le cose non erano buone. Mia madre, che è diabetico, è stato in esecuzione di insulina e cliniche erano out of stock. Un medico ha promesso che cercherà di ottenere qualche da Srinagar se fosse riuscito a raggiungere la città.

la Mia famiglia mi ha detto un anziano vicino di casa era morto, ma era stato sepolto in fretta e non piangete, sono stati ammessi a partecipare al suo funerale.

hanno smesso di guardare il telegiornale, quel poco che c'è. Hanno detto Indiano canali di notizie stavano spingendo il governo centrale del racconto da solo mostrando le immagini da luoghi che sono stati relativamente calma.

non ho voglia di guardare le notizie. Come la paura, la rabbia e l'ambiguità su ciò che è prossimo dominare la vita in Kashmir, la maggior parte delle persone sono ansiosi di uscire di casa e parlare con i loro cari.

Sicurezza illustra i blocchi e le informazioni di black-out non sono nulla di nuovo in Kashmir, dove sollevazioni di massa contro l'Indiano regola nel 2008, nel 2010 e nel 2016 portato alla morte di più di 300 persone in scontri. Questo mese, però, ha segnato la prima volta che i telefoni fissi sono stati tagliati.

Su Eid al-Adha, la più grande festa Islamica, le forze Indiane pattugliavano le strade, ma non c'era traffico. Le persone non erano autorizzati a riunirsi per offrire le loro preghiere e la giornata passò tranquillamente.

Ma una nube di rabbia che aleggiava in tutta la struttura.

Kashmir è, ancora una volta, in un fragile momento, dove la minima scintilla può incendiare i disordini.

Quando non sono occupati a parlare di "haalat" o "situazione" — i residenti si stanno scambiando i nomi di località sulla cuspide di una grande rivolta.

in Mezzo la tensione, un po ' scuro umorismo emerse. Un uomo ha scherzato sulla inutilità del suo cellulare, dicendo che è stato solo un bene per il lancio di un annoiato soldato in strada.

Autorità in Baramulla effettuato una serie di arresti, tra cui attivisti politici, ex manifestanti e qualche pietra lanciatori. Ma hanno arrestato anche gli intellettuali e gli avvocati, secondo diverse famiglie di cui ho parlato, che ha descritto raid di mezzanotte. A causa della comunicazione embargo, le mie chiamate da Delhi in cerca di commento da parte di autorità non passare attraverso.

Difficilmente notizie emerse dal Kashmir, fatta eccezione per alcuni rapporti a Srinagar, dove la maggior parte dei media sono in soggiorno. Le autorità hanno lasciato alcuni locali di utilizzare un cellulare per parlare brevemente con i propri cari fuori regione. Ma non c'era nessuna parola su ciò che stava accadendo nelle volatile a sud del Kashmir.

su un totale di 256 ribelli uccisi nel 2018, a sud del Kashmir, ha registrato il più alto numero, con 127 militanti uccisi. La regione è emerso come un hub di militanza dal comandante dei ribelli Burhan Wani è stato ucciso nel 2016.

La repressione ha fatto il lavoro dei giornalisti è particolarmente difficile, con le comunicazioni verso il basso e movimento limitato.

Arjumand Dar, 17, è stato denunciato il governo di prendere una decisione "senza consultare il popolo della regione."

In Baramulla, in zona Città Vecchia, una volta che un covo di ribelli attività, un uomo in piedi su un ponte storico sul Fiume Jhelum e ha detto che il governo centrale di New Delhi si sbaglia se si pensa che le persone continueranno senza protestare.

"l'India deve lasciare Kashmir", ha detto, parlando a condizione di anonimato per paura di rappresaglie.

in Mezzo alla mancanza di comunicazione, piccole perdite di informazioni spesso inizia come gossip e allora diventa plausibile rumor.

Molte persone mi hanno detto che sono preparati per il peggio.

---

Sheikh Saaliq è un Associated Press reporter con sede a New Delhi.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.