Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Moldova custode governo a dimettersi, ma esige un inizio di voto

Un governo di transizione in Moldavia venerdì ha annunciato le sue dimissioni per la fine di una lotta di potere che ha accresciuto le tensioni politiche in impoverito ex-repubblica Sovietica.

Ma l'amministrazione dominata dal Partito Democratico, che è guidato dal potente oligarca Vladimir Plahotniuc, ha anche detto che considera ancora il nuovo governo Moldovo illegale e che l'elezione deve essere tenuta come via d'uscita dalla crisi politica che seguirono mesi di stallo dopo un inconcludente delle elezioni di febbraio.

Moldavia il nuovo governo di coalizione si è formata lo scorso fine settimana con la pro-Russia Partito Socialista del Presidente Igor Dodon e pro-Europeo ACUM gruppo. Ma i Democratici garantiti dalla Corte Costituzionale moldava — hanno contestato la legittimità del governo, sostenendo che si è formata dopo un postelection scadenza.

La situazione di stallo ha innescato una lotta di potere che ha sollevato timori di instabilità politica in Europa una delle nazioni più povere.

"Le decisioni della Corte Costituzionale sono ancora in piedi e il nuovo governo sarà una illegale," Partito Democratico vice presidente Vladimir Cebotari, ha detto dopo aver annunciato le dimissioni del governo. "A causa di questo ci sarà più probabile avere elezioni anticipate, l'unica soluzione alla crisi attuale."

"Il Partito Democratico rimane aperto al dialogo", ha detto.

La posizione del partito è stato ripreso da custode Primo Ministro Pavel Filip che ha anche sottolineato che il suo governo dimissioni di non annullare una sentenza della Corte Costituzionale.

La Corte Costituzionale aveva anche sospeso Dodon oltre il suo rifiuto di sciogliere il parlamento e lo ha sostituito con Filip. Filip poi ordinato il parlamento a smontare e chiamato in un batter d'occhio elezioni di settembre. Ma questo è stato respinto da Dodon — Modova presidente dal 2016 — e la nuova amministrazione.

Dodon descritto il governo uscente dimissioni di venerdì come un "piccolo ma simbolico vittoria". Egli ha esortato la Corte Costituzionale a rivedere ciò che ha descritto come "illegale" decisioni che aveva fatto.

La nuova amministrazione ha insistito sul fatto che la Corte Costituzionale è dominato dal Partito Democratico agli alleati.

il Nuovo Primo Ministro Maia Sandu ha espresso la speranza che la decisione del Partito Democratico di ammettere la sconfitta è "sincero." Ha chiesto le dimissioni dei giudici della Corte Costituzionale e il procuratore generale.

"ho un messaggio per il mondo intero: la Moldova è finalmente libero," Sandu ha detto. "E vorremmo ringraziare tutti coloro che ci hanno aiutato in questi momenti difficili".

Corruzione afflitto Moldova è stato sconvolto da disordini politici ed è stata un'arena di rivalità tra l'Occidente e la Russia in quanto ha vinto l'indipendenza, dopo il 1991 crollo dell'Unione Sovietica.

---

Vadim Ghirda a Bucarest, in Romania e, Jovana Gec a Belgrado, in Serbia, hanno contribuito a questo rapporto.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.