Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Olio spedizionieri a migliorare la sicurezza, dopo la misteriosa attacchi nel Golfo

Una serie di attacchi contro le petroliere vicino al Golfo persico ha trascinato verso l'alto, le tensioni tra gli stati UNITI e l'Iran, e ha sollevato i timori per la sicurezza di uno di Asia più energia vitale rotte commerciali, dove circa un quinto del petrolio mondiale passa attraverso il suo più stretto nello Stretto di Hormuz.

Gli attacchi hanno scosso il settore del trasporto marittimo, con alcuni dei 2.000 aziende operanti navi nella regione alta la guardia e di ordinare le loro navi in transito nello Stretto di Hormuz solo durante le ore diurne e ad alta velocità.

Washington accusa che l'Iran è dietro gli attacchi che le petroliere si presenta come tensioni flare tra i due paesi. Gli stati UNITI hanno lanciato un attacco aereo vettore e bombardieri per la regione, e ha annunciato questa settimana che invierà altri 1.000 soldati. Le potenze europee sono di fronte a una scadenza da Teheran per mitigare gli effetti di punire le sanzioni degli stati UNITI — descritto dai suoi dirigenti come "guerra economica" — o l'Iran rompere i limiti del suo arricchimento dell'uranio da parte il punto di riferimento 2015 nucleare tassi.

L'apparente targeting delle petroliere è allarmante per gli armatori che operano nel Golfo persico, ha detto il capo spedizione analista BIMCO, Pietro di Sabbia. L'azienda dubs di per sé il più grande al mondo di spedizione associazione.

Ma è più o meno come al solito per i corrieri, ha detto, nonostante la necessità di aggiungere precauzioni.

"sono tutti, naturalmente, sempre più preoccupata, ma molti di loro stanno andando a fare come avrebbero fatto senza attacchi, ma, naturalmente, con un ulteriore livello di sicurezza e di misure di sicurezza in cima a quello, di Sabbia", ha detto.

Che significa andare ad alta velocità attraverso lo Stretto di Hormuz, che nel suo punto più stretto è di circa 3 km (2 miglia) di larghezza. Normalmente, le navi che trasportano carichi rallenta per risparmiare sui costi del carburante.

ciò significa anche evitare lo stretto di notte per tenere meglio guardare sulla sicurezza intorno alla nave.

Washington sostiene che le forze Iraniane di nascosto piantato cozza miniere di due navi nel Golfo di Oman, la scorsa settimana. L'attacco costretto l'evacuazione di tutti i 44 membri dell'equipaggio a bordo e a sinistra di una delle navi in fiamme al mare.

Washington anche accusato l'Iran di simili attacchi del 12 Maggio che ha preso di mira quattro petroliere ancorate al largo della costa degli Emirati Arabi Uniti. L'Iran nega di essere coinvolto.

Gli attacchi della scorsa settimana mirati norvegese di proprietà MT Anteriore Altair, che aveva un carico di sostanze altamente infiammabili nafta caricato da EMIRATI arabi uniti, e il Kokuka Coraggioso, un Giapponese cisterna che trasportano Arabia metanolo. Entrambi erano stati in viaggio attraverso il Golfo di Oman, dopo aver superato lo Stretto di Hormuz.

Di circa 2.000 aziende che operano navi nel Golfo persico, solo due aziende hanno bloccato le prenotazioni definitive. In caso contrario, "l'attività economica ha continuato più o meno continuativo, di Sabbia", ha detto.

In effetti, i rischi più elevati potrebbe aumentare la linea di fondo per un po ' di olio spedizionieri, dopo un periodo di fiacca per l'industria. Un'analisi di rischio per la spedizione, società di servizi di Braemar ACM ha detto che i proprietari possono chiedere più alti premi adesso. L'azienda ha detto che la regione del Golfo è stata dichiarata "Zona dichiarata", il che significa che le facce rischio maggiore che, dopo il 12 Maggio incidenti targeting cisterna off EMIRATI arabi uniti costa.

Immediatamente dopo che la scorsa settimana gli attacchi, tariffe di trasporto per gli operatori del Golfo di rose 10-20%.

Con un aumento dei rischi, tuttavia, vengono premi assicurativi più elevati, che si prevede un aumento del 10-15%.

È in genere gli acquirenti e i noleggiatori che portano il generale aumento dei costi, un altro motivo per cui la sicurezza dello Stretto di Hormuz è di fondamentale importanza per il petrolio, gli importatori di tutto il mondo. Una stima di 18-20 milioni di barili di petrolio molto grezzo, passare attraverso lo stretto ogni giorno. BIMCO dice ovunque tra 10-40 navi che trasportava un carico di greggio muoversi attraverso ogni giorno.

Durante la cosiddetta Cisterna di Guerra degli anni 1980, quando l'Iran e l'Iraq mirati navi che trasportano l'un l'altro le esportazioni, la Marina degli stati UNITI accompagnati petroliere attraverso il Golfo persico per garantire Americano forniture di energia. Ma gli stati UNITI non è più così dipendente Arabi produttori.

Oggi, il conflitto che minaccia petroliere sarebbe male disturbare forniture di greggio per affamata di energia-Est Asiatico. Prezzi più alti potrebbe colpire duramente la Cina, il Giappone, la Corea del Sud, Singapore e Indonesia — tra i cinque principali acquirenti di Arabian oil.

in Effetti, il MT Anteriore Altair era diretto verso il Giappone; il Kokuka Courgaeous riferito a Singapore.

Il Washington Post ha citato questa settimana Air Force Gen. Paul J. Selva, vice presidente del Joint Chiefs of Staff, come dire che, poiché la maggior parte dell'olio che passa attraverso lo Stretto di Hormuz è diretto ai mercati Asiatici, sarebbe mal consigliato per l'esercito AMERICANO per assumere lo stesso ruolo che aveva nel 1980. Ha detto che ci sono piani per raggiungere i grandi dell'asia-importatori circa un possibile sforzo internazionale per la salvaguardia traffico delle petroliere.

Robert Macleod, CEO di Frontline Gestione, la cui nave Anteriore Altair stato preso di mira la scorsa settimana, ha detto il generale area dello Stretto di Hormuz ", rappresenta un reale e molto grave rischio per la spedizione".

In una dichiarazione, ha detto che gli equipaggi devono essere in stato di allerta, mentre attraversano il passaggio. La società, tuttavia, ha detto che aveva ri-inizio dell'attività nella regione dopo un breve arresto in seguito all'attentato. Ha detto che la società ha inoltre rafforzato le misure di sicurezza, ma non ha elaborato.

Una misura straordinaria armatori potrebbe pensare, se la situazione dovesse peggiorare ulteriormente, è avere guardie armate a bordo. Questo è già il caso per molte navi in transito nel Golfo di Aden, dove la pirateria è una delle principali preoccupazioni.

"Da un settore del trasporto marittimo prospettiva, certo non siamo a favore di portare più guardie armate a bordo internazionali navi commerciali, perché non sono navi da guerra", ha detto di Sabbia. "Non dovrebbero essere armi. Essi dovrebbero essere in grado di transito senza essere interrotti".

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.