Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Siria, Aleppo simbolo di Assad vince e di perenne guerra

Membri di al-Ali erano una famiglia torna a casa a piedi da negozi, quando diverse conchiglie sbattuto in strada trafficata, il western bordi della città Siriana di Aleppo. L'esplosione strappato attraverso di loro, uccidendo 2-anno-vecchio Salam e uno dei suoi cugini, e inceneriti di un auto nelle vicinanze, con una donna e il suo bambino figlia all'interno.

e ' stato uno dei più attacchi da parte dei ribelli di cottura da Aleppo periferia che ha ucciso più di una dozzina di civili, il mese scorso.

Quasi tre anni sono passati da quando il Presidente Bashar Assad e le forze acquisito il pieno controllo di Aleppo, spazzare i ribelli che si erano tenuti la metà orientale della città attraverso anni di lotta.

Che vittoria fatta di Aleppo — Siria, la più grande città — simbolo di come Assad è riuscito con un importante aiuto dalla Russia e dall'Iran nel girare la marea della lunga guerra civile, artigliare indietro opposizione e tenuto territorio nel paese di heartland e garantire la sopravvivenza di Assad.

Interessati in Siria?

Aggiungi Siria come un interesse per rimanere aggiornato sulle ultime Siria news, video e analisi da ABC News. Siria Aggiungere Interesse

Ma Aleppo, è anch'esso un simbolo di come Assad è in grado di garantire la piena vittoria in guerra o per portare la totale sicurezza per la Siria, persone, sembra improbabile che in un prossimo futuro.

la Metà di Aleppo rimane distrutto, gran parte della popolazione è dispersa, e attacchi mortali come il 24 luglio del fuoco di mortaio che ha ucciso Salam — il cui nome significa pace arabo — sono ancora comuni. Aleppo ancora si siede sul bordo dell'opposizione, l'ultima roccaforte, un territorio che si estende tra la vicina provincia di Idlib e parti della provincia di Hama. Dalla posizione sulla periferia di Aleppo, i ribelli frequentemente fuoco di mortai e razzi verso la città occidentale di distretti.

Frustrati i sostenitori di Assad chiamare l'esercito per riconquistare Idlib o almeno spingere i ribelli più a ovest.

"Let it be guerra", ha detto Ahmad al-Ali, Salam zio. La madre della bambina è stato ferito, insieme a tre dei suoi cugini. Asciugare le macchie di sangue, in cui la famiglia è stata colpita potrebbe ancora essere visto sul marciapiede giorni dopo. Al-Ali ha detto che non aveva paura di avere una vera e propria battaglia sul suo quartiere porta di casa. "Sia che viviamo tutti in pace, o se si muore, gli altri potranno vivere in pace".

le forze di Governo sostenuta da aerei da guerra russi hanno condotto un'intensa aria e di terra di campagna in Idlib dal 30 aprile — provocando la morte di almeno 450 civili e costringendo centinaia di migliaia all'interno di Idlib, secondo il U. N. l'ufficio dei diritti umani. Finora sono solo riuscito a prendere una frangia di villaggi lungo il bordo meridionale dell'enclave, ma la campagna di raccolte di slancio la scorsa settimana, con le truppe di disegno vicino a una delle principali città.

Uno degli obiettivi è quello di riconquistare l'autostrada che collega Damasco ad Aleppo, che scorre attraverso di opposizione-tenuto territorio. Così facendo spingere i ribelli di ritorno da Aleppo e fornire Aleppans con un ulteriore po ' di normalità — una migliore connessione al capitale. L'apertura dell'autostrada sarebbe ridurre il tempo di viaggio per Damasco da due ore, dato che i driver ora deve prendere una lunga strada deserta.

Ma che significa la ripetizione di un grande pezzo di Idlib, tra cui diversi grandi città, una lotta che potrebbe richiedere mesi e precisa, con un pesante tributo. Idlib è dominato dalla Islamico militante fazioni, e il territorio dei ribelli è affollata da centinaia di migliaia di persone, tra cui molti che sono fuggiti dall'altro l'opposizione tenuto in aree che cadde il governo.

la Ripetizione di territorio più a nord è ancora più a portata di mano, dal momento che le aree confinanti con la Turchia sono un patchwork di miliziani e truppe straniere, con gli Americani e gli Europei in oriente e i militari turchi in occidente.

Siria provincia meridionale di Daraa, riconquistata dalle truppe del governo nel luglio dello scorso anno, sta diventando caotica con omicidi e attentati contro le forze di governo all'interno di quello che una volta erano le aree detenute dai ribelli.

"c'è da chiedersi se Damasco sarà mai in grado di esercitare autorità su tutto il paese", ha detto Fawaz dal gerges, professore di politiche del Medio oriente presso la London School of Economics. "Di grandi nomi della Siria sono sotto il controllo dei ribelli, i militanti, i Curdi e le forze straniere, tra cui la Turchia, l'Iran, la Russia e gli stati UNITI e gli Europei."

"Altrettanto importante, per la ricostruzione sociale è un sogno lontano. La comunità internazionale non investire risorse preziose per la ricostruzione finchè non c'è la riconciliazione e la transizione politica", ha detto. "Le potenze occidentali faranno tutto quanto in loro potere per mantenere Assad da consolidare la sua autorità su tutto il paese".

In Aleppo, la ricostruzione è stata limitata. La maggior parte delle orientali quartieri che sono stati presi dai ribelli rimanere vuota e distrutta.

"non Si può dire che questa città sarà facile tornare al suo stato normale," ha detto Muhannad Haj Ali, di un legislatore Aleppo e un membro del parlamento nazionale, del comitato per la sicurezza. "C'è ancora bisogno di un sacco di fatica e di restauro di sicurezza e di stabilità."

a Causa degli insorti' bombardamenti, ha osservato, Aleppo aeroporto internazionale è stata in grado di riprendere il volo, anche se è stato riparato.

anche se il western quartieri sono regolarmente colpito, il resto della città è al sicuro. La gente va fuori di notte per godere di una brezza fresca della città, bar e ristoranti. I poveri spesso di andare in luoghi pubblici come parchi o di Aleppo, la famosa Cittadella medioevale.

un sabato pomeriggio, Saleh Haji Ali, che lavora in uno stato di proprietà di fabbrica di cemento, ha portato i suoi quattro bambini che giocano in cortile sotto la Cittadella. Haji Ali è una delle poche persone che hanno spostato ad est di Aleppo. Aveva lasciato la casa in Myasar quartiere quando i ribelli hanno preso oltre la metà orientale nel 2012, poi è tornato dopo la loro sconfitta e riparato il suo appartamento.

Egli spera di raccogliere i suoi figli — tre figlie e un figlio, che vanno da 4 a 16 — in Aleppo. "Le cose sono andate migliorando", ha detto, notando che quando hanno spostato all'indietro, erano soli, ma ora alcuni altri hanno restituito.

Houshig Mouradian, un architetto che appartiene alla Siria minoranza armena, era in tour, recentemente ricostruita vicino mercato nel centro storico della Città, alcune parti del quale sono state livellate nel combattimento. La maggior parte della sua comunità ha fuggito la guerra, in partenza per l'Armenia o di là. Ma non vuole andare.

"Ci sono sempre ottimista e che è il motivo per cui abbiamo deciso di restare in Aleppo", ha detto.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.
Avatar
Jerry 3 gün ago

Non si capisce nulla dei vostri articoli, sembrano scritti da bambini di 6 anni,che non sanno l,'italiano....Cambiate traduttore x scrivere.....