Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Sudan afferrato di nuovo da un giorno di anti-al-Bashir proteste

Migliaia di persone erano fuori per le strade giovedì alle diverse sedi in Sudan, la capitale Khartoum, chiamando il paese di lunga data righello per step down, in base ai video che circolano online. Attivisti ha detto che almeno due manifestanti sono stati uccisi e sette feriti.

Le manifestazioni sono l'ennesima ondata di disordini che si cominciò a Diminuire. 19 attraverso la maggior parte del Sudan, il primo per protestare contro il peggioramento delle condizioni economiche, ma è presto per chiedere la fine di Omar al-Bashir 29 anni di governo autocratico.

giovedì dimostrazioni cominciato in più di una dozzina di capitale quartieri residenziali e in almeno sei città in tutto il paese, con i numeri in ogni protesta che varia da punteggi a poche centinaia.

In risposta, le forze di sicurezza di Khartoum sigillato strade principali per mantenere i manifestanti sulle strade laterali e usato gas lacrimogeni per disperdere loro, ha detto che gli attivisti, che ha parlato a condizione di anonimato per paura di rappresaglie.

gridavano "Basta lasciare!" — che sta rapidamente diventando la rivolta definitiva slogan e già è un hashtag di Twitter usato dagli attivisti — e "la Libertà, la pace e la giustizia. "

Attivisti in ritardo giovedi ha detto che almeno due manifestanti sono stati uccisi e sette feriti, di cui cinque da ferite da arma da fuoco, in scontri con la polizia.

C'è stata alcuna parola da parte delle autorità di giovedì vittime, ma il governo ha annunciato che il 29 persone sono state uccise finora in agitazione, cinque in più rispetto all'ultimo tally ha dato.

Al-Bashir, che ha portato a 1989 il regime militare che ha rovesciato un eletto liberamente, ma inefficace governo, ha detto più volte che qualsiasi cambiamento di leadership potrebbe venire solo attraverso il voto. Già una delle regioni più longevo leader, ci si aspetta di correre per un altro mandato, il prossimo anno.

giovedì proteste è arrivato il giorno dopo al-Bashir ha incontrato a Doha con il sovrano del piccolo ma ricco di energia Golfo nazione del Qatar, probabilmente alla ricerca di un sostegno finanziario. Il leader Sudanese e lo Sceicco Tamim bin Hamad Al Thani non parlare alla stampa dopo il loro incontro e non c'era nessuna parola ufficiale Riyal di media su ciò che hanno deciso di aiutare al-Bashir a superare la crisi in corso.

Sudan agenzia ufficiale ha detto il mese scorso che lo Sceicco Tamim ha promesso, in una telefonata con al-Bashir che il Qatar "fornire tutto il necessario" per aiutare il Sudan ottenere attraverso la sua crisi. Qatar, al momento solo ha riconosciuto la telefonata ha avuto luogo.

Se il Qatar era di aiutare al-Bashir, la cui posizione è sempre più precaria dopo un mese di continue proteste, sarebbe probabilmente essere in parte a dispetto di Arabia Saudita, Egitto ed Emirati Arabi Uniti che, insieme con il Bahrain, sono il boicottaggio del Golfo nazione per il suo presunto sostegno di gruppi militanti e i suoi stretti legami con i non-Arabi, prevalentemente Sciita Iran.

Bahrain, un altro Golfo Arabo monarchia, ha dichiarato il suo sostegno per al-Bashir, nei primi giorni di agitazione. Bahrain più potenti del Golfo alleati — i Sauditi e gli emiratini — non hanno seguito l'esempio, mentre l'Egitto, il Sudan, il potente vicino del nord, ha espresso il suo sostegno per il Sudan di stabilità e di sicurezza, ma non accenna 74-anno-vecchio leader Sudanese.

Egitto interesse in una stalla Sudan è radicata nella sua avversione al caos, alla sua porta di casa, così come allo stesso modo l'illegalità in Libia, il suo vicino di casa a ovest, è stato un fastidioso al Cairo dal 2011, rivolta si è tramutato in una guerra civile e la nazione del Nord Africa di trasformarsi in un rifugio per gruppi jihadisti. Al-Bashir, tuttavia, non ha ancora un affidabile alleato, alimentando un dormiente, controversia di confine, schierandosi con l'Etiopia, nella sua controversia con Cairo sulla ripartizione del Nilo acque e offre rifugio agli Islamisti voluto in Egitto.

Al-Bashir, in un apparente tentativo di assicurare la buona volontà ricco di petrolio Sauditi e gli abitanti degli emirati, ha inviato truppe in Yemen, a combattere a fianco di un Saudita-coalizione di combattimento Sciita, l'Iran allineato ribelli. Ma al-Bashir flirt con i loro rivali — la Turchia, il Qatar e l'Iran prima che possono avere influito sulla finanziaria manna che si aspettava da Sudan partecipazione in the Yemen guerra.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.