Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Buffalo Vescovo si dimette dopo il concilio Vaticano revisione della sua diocesi

il Vescovo Richard Malone, lo scandalo afflitto leader spirituale della Diocesi di Buffalo, ha rassegnato le dimissioni in seguito di una diffusa critica della sua gestione di accuse di abusi sessuali e di cattiva condotta da parte di membri del clero locale.

la Sua partenza, ha annunciato tramite comunicato stampa da parte del Vaticano, mercoledì mattina, segue un report sulla travagliata diocesi autorizzato dalla Santa sede e presentato alla Congregazione Vaticana per i Vescovi, nel mese di novembre.

"Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo pastorale della diocesi di Buffalo (U. S. A.), presentata da SE Mons. Richard J. Malone”, recita l'annuncio quando tradotto dall'italiano, “e ha nominato Amministratore Apostolico sede vacante della stessa diocesi, SE Mons. Edward B. Scharfenberger, Vescovo di Albany.”

Malone è il primo vescovo in 172 anni di storia della Diocesi di Buffalo, di dimettersi dal suo ufficio. In una dichiarazione rilasciata dopo che il Vaticano annuncio, Malone ha riconosciuto che la sua posizione era diventata insostenibile, ma ha continuato a difendere la sua eredità.

Interessati nella Chiesa Cattolica?

Aggiungi Chiesa Cattolica come un interesse per rimanere aggiornato sulle ultime Chiesa Cattolica news, video e analisi da ABC News. Chiesa cattolica Aggiungere Interesse

“Nonostante i progressi misurabili abbiamo realizzato insieme, ho concluso dopo molta preghiera e di discernimento che il benessere spirituale del popolo della Diocesi di Buffalo sarà meglio servita con un nuovo vescovo che forse è meglio in grado di portare la riconciliazione, la guarigione e il rinnovamento che è così necessaria,” Malone ha detto nella dichiarazione. “Come tale, ho chiesto di Sua Santità Papa Francesco che ha permesso a me di andare in pensione presto, e ha accettato di farlo. ... È la mia valutazione onesta che ho fatto quanto ho potuto, e che restano le divisioni e le ferite che non sono in grado di legare e di guarire.”

Ha insistito sul fatto che, mentre egli era “consapevole delle conclusioni generali del rapporto” per il Vaticano ii, “la mia decisione di andare in pensione anticipata è stata fatta liberamente e volontariamente.”

Frank Franklin II/AP, FILE In questo Novembre. 5, 2018 file di foto, il Vescovo Richard Malone di Buffalo, parla durante una conferenza stampa a Cheektowaga, NY (di PIÙ: Buffalo vescovo tornò prete accusato di abusi ministero, dopo un ‘accurata’ indagine. Gli altri lo chiamano ‘una farsa’)

Scharfenberger prenderà possesso della diocesi immediatamente come un amministratore temporaneo mentre il Vaticano di ricerca per una sostituzione permanente.

Diocesi di Buffalo è stato in uno stato di crisi, in quanto l'anno scorso, quando Siobhan O'Connor, Malone, ex segretario personale, trapelate interno i documenti della chiesa, per il giornalista investigativo Charlie Specht da ABC locale stazione WKBW, scintille mesi di segnalazione se c'erano stati gli sforzi per nascondere l'entità del problema da parte del pubblico.

In un'intervista con ABC News, in onda come una edizione speciale di Nightline nel mese di luglio, Malone ha difeso la sua leadership, tra cui la sua decisione di permettere Fr. Dennis Riter, un pastore locale che ha affrontato molteplici accuse di abuso sessuale di bambini, per tornare al ministero dopo che un avvocato assunto dalla chiesa per esaminare la questione, ha concluso che le accuse erano “senza merito”.

“credo che in quasi 20 anni sono stato un vescovo, ho cercato di essere un buon pastore”, Malone ha detto ABC News, sostenendo che egli aveva “ereditato vecchi di decenni orribili problema di abuso”.

Ma la crisi solo approfondito nel mese di settembre, con l'emergere di segreto registrazioni audio, fatta da Malone allora segretario diocesano e vice cancelliere Fr. Ryszard Biernat e ottenuti dalla WKBW e ABC News.

Le registrazioni suggeriscono Malone ha cercato di nascondere le accuse che un parroco aveva molestata sessualmente allora seminarista, anche se Malone può essere sentito sui nastri che descrive il sacerdote accusato come "un cucciolo malato" e chiamando la sua presunta passione per la manipolazione di rappresaglia e di "pericoloso".

Nonostante la conseguente indignazione pubblica e la crescente domanda per la sua estromissione da entrambi i capi religiosi e civili, Malone inizialmente sembrava fermo nel suo rifiuto di dimettersi, suggerendo l'assenza di azione da parte del Vaticano costituito un implicito avallo della sua leadership.

“dicono Che spesso il papa prende il telefono e chiama la gente di tutto il mondo, ma non sono stato il destinatario di una di queste chiamate,” Malone ha detto durante un'emergenza briefing con una mano gruppo di giornalisti, dopo la pubblicazione delle registrazioni. “Ho avuto nessuna comunicazione da parte del papa a tutti.”

“so per certo che non sono ignari di tutte le notizie qui intorno”, ha continuato. “Ma finora, a quanto pare mi piace pensare che sono confidando nella mia buona volontà e la mia intenzione e la mia capacità di lavorare con altre persone a guidarci.”

Che è cambiato nel mese di ottobre, quando la Nunziatura Apostolica a Washington, DC, il Vaticano e degli stati UNITI, ha annunciato che il suo ufficio aveva autorizzato Vescovo Nicholas DiMarzio della Diocesi di Brooklyn per condurre una "Visita Apostolica", descritto come "una missione di accertamento dei fatti che riferisce direttamente alla Santa sede ... di valutare le situazioni in diocesi”.

dopo l'annuncio di Malone dimissioni di mercoledì, DiMarzio ha rilasciato una dichiarazione sulla sua recensione, dicendo che la sua squadra ha parlato con “più di 80 persone in un periodo di diverse settimane”, ma dando alcuna indicazione della necessità o quando le sue conclusioni potrebbero essere resi pubblici.

“Quello che ho trovato sono molti profondamente devoti Cattolici che amano la loro Chiesa,” DiMarzio ha detto in una dichiarazione. “Prego che questo momento di sofferenza e di dolore comporterà la nascita di una nuova fede. Con la nomina di sua eccellenza Reverendissima monsignor Edward Scharfenberger, Vescovo di Albany, per sorvegliare la Diocesi di Buffalo, sono certo che Buffalo Cattolici sono in buone mani. Spero che ora i Cattolici a Buffalo può iniziare il processo di andare avanti, di guarigione e di aiutare la diocesi in tutti i suoi ministri”.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.