Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Pericoli dei social media per le forze dell'ordine al centro della scena, in mezzo a scandali: Analisi

La recente rivelazione di un segreto Facebook gruppo che comprendeva gli attuali e gli ex Dogane e della Protezione di Frontiera, per il personale che ha effettuato i messaggi offensivi sui migranti morti e legislatori, ancora una volta, solleva lo spettro delle forze dell'ordine sui social media.

In questo caso, si presume che i membri del gruppo, che comprendeva gli attuali ed ex membri della Pattuglia di Confine, pubblicato il contenuto che almeno è poco professionale e può essere contro la politica dell'agenzia e, nel peggiore dei casi, è disgustoso. Gli agenti sono stati collocati amministrativa dovere e il CBP ha detto che le azioni non erano "riflettente di uomini e donne."

Mentre questo è il più recente esempio importante di presunto funzionario di polizia di uso improprio dei social media, non è il solo. A Philadelphia, 72 funzionari sono stati presi dalla strada per presunti improprio social media posti.

E in Albuquerque, New Mexico, un funzionario di polizia Facebook quotazione della sua occupazione da parte dell'uomo di smaltimento dei rifiuti” led del dipartimento chief dire che è stato "disgustato" con il funzionario di azioni. Che ufficiale fatalmente sparato e ucciso un sospetto durante una sosta di traffico.

PIÙ: 72 Philadelphia agenti di polizia 'rimosso dalla strada' più preoccupante social media post

Con più di 1 milione di funzionari di polizia che per le strade ogni giorno per proteggere l'America, questi incidenti sono ancora sembrano essere rare, come molti funzionari sono consapevoli delle insidie dei social media. Ma l'applicazione della legge è alle prese con un cambiamento generazionale -- con i nuovi dirigenti che preferiscono utilizzare i social media e il cyber piattaforme per la comunicazione, piuttosto che di un telefono cellulare o la penna.

Con che, l'applicazione del diritto comunitario si ritrova bloccato in un piuttosto insostenibile situazione, cercando di bilanciare un funzionario del diritto alla libertà di parola, contro un reparto del diritto di regolamentare la condotta.

in Primo luogo, per avere un account social media -- un vero e proprio one-un funzionario di polizia è di fornire alcune informazioni personali, quali nome, indirizzo email e la posizione. Mentre ci sono le impostazioni di sicurezza su piattaforme di social media, che sono spesso complesse e per la cpu da navigare, che è intenzionale.

Social media è destinata a essere "social" e un individuo cercando di mantenere le loro attività private, tagli contro la ragione per la piattaforma.

DETTAGLI: agenti di Frontiera disciplinato, oltre offensivo Facebook post

Creazione di una base di social media account consente potenzialmente a qualsiasi individuo che vuole di destinazione che il funzionario o i loro familiari per ottenere gratuitamente informazioni, come i 1.600 agenti di Immigrazione e Dogana scoperto. Il Nebraska filiale di anti-fascista del gruppo gli antifascisti riferito postato tutte le loro informazioni personali in un unico luogo.

Secondo, i falsi account e i contatti sono dilagante nei media sociali. Che potrebbe potenzialmente posto le forze dell'ordine in contatto diretto con un criminale, condannato, terroristici o di peggio. Inoltre, queste persone possono prendere un funzionario di polizia di post, soprattutto le immagini, modificarle e cercare di farli sembrare compromesso. Perché correre il rischio?

Terzo, molti dipartimenti hanno adottato i social media le politiche che cercano di limitare o inibire un funzionario dell'uso dei social media, come Baltimora,che riconosce che "ogni membro il diritto Costituzionale alla libertà di parola", ma regola le cose come la pubblicazione di foto che ritraggono agenti in divisa senza l'esplicito consenso.

Questo viene fatto al fine di proteggere il dipartimento e responsabile. Social media post sono spesso brevi e contesto può perdersi. Gli ufficiali che post, in particolare quelli che posta spesso, corrono il rischio di avere un post frainteso o visto al di fuori del contesto.

Quarto, i social media è riempito con molte persone che cercano di auto-esaltazione, di teatro o di eccitazione nella loro vita e hanno una piattaforma per realizzare alla loro portata di mano. Inoltre è controllato da persone che cercano di fare le forze dell'ordine sembrano male. Questo pone le forze la posizione precaria di interagire con un ignoto individuo che potrebbe essere alla ricerca di esche, trappole o la rovina di un ufficiale di carriera.

Infine, per ottenere in applicazione di legge in questi giorni, un certo numero di dipartimenti richiedono la divulgazione dei social media account e password in modo da poter controllare i conti dei futuri ufficiali. Alla fine il risultato è stato una maggiore difficoltà nell'assumere dirigenti a causa di problemi citati sul loro account di social media. I reparti non si può correre il rischio di assumere qualcuno che potrebbe essere screditato sulla testimonianza stand o non passare un controllo dei precedenti a causa della loro attività sui social media.

Social media, nonostante la sua utilità come un mezzo di comunicazione e strumento di indagine, è pieno di trappole e insidie per qualsiasi funzionario di polizia. Ha creato una moltitudine di questioni, in applicazione della legge di professione e del loro uso improprio ha un costo di carriera.

Come ho detto a persone che cercano di ottenere in applicazione di legge che dispongono di account di social media, che l'università della birra di imbuto foto potrebbe essere stato divertente, ma un testimone stand pochi anni dopo sarà più difficile da difendere che la sbornia.

Donald J. Mihalek è un ABC News collaboratore, in pensione senior agente dei servizi Segreti e regionale campo di formazione istruttore che serve anche come vice presidente esecutivo della Federal Law Enforcement Officers Association Foundation.

Richard Frankel è un ABC News collaboratore e pensionati agente speciale dell'FBI che era l'agente speciale in carica dell'FBI Newark Divisione e, prima ancora, dell'FBI NY Joint Terrorism Task force. Attualmente è Vice Presidente di Indagine per T&M, le Risorse di Protezione.

Le opinioni espresse in questo articolo non corrisponde a quella di ABC News.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.