Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

In 'le Donne del Film' 14-hr epopea di un trascurato storia

La lunghezza di Marco, il Cugino di 14 ore documentario "le Donne Film" è di per sé una dichiarazione. Il lavoro femminile registi in tutta la storia del cinema è troppo ricca e troppo vasto per niente di meno.

Cugini film epico, che ha giocato tutto il Toronto International Film Festival, non è una storia in ordine cronologico, ma personale, vaganti esplorazione di un cinema terreno spesso dimenticati, trascurati o sottovalutati. Scava profondamente nella maestria di alcuni 183 registe provenienti da tutta la storia del cinema e di tutto il mondo. La sua costante tenore è uno di stupore, di riverenza e di celebrazione.

"Questa è una scuola di cinema di genere, in cui tutti gli insegnanti sono donne: un'accademia di Venere", introduce Tilda Swinton, un narratore e produttore.

Cugini, la Scozia a base di documentarista e critico cinematografico, borse di studio "le Donne Film" avrebbe potuto essere più standard 90 minuti di film, ma che avrebbero fatto i suoi soggetti un disservizio.

"Se diciamo che c'è una storia dimenticata o un sequestrato la storia, la dimensione fisica del pezzo ha bisogno di parlare per se stesso," i Cugini, dotato di un "Maschile e Femminile" T-shirt, ha detto in un'intervista "non ci sono state poche briciole caduto indietro attraverso la storia del cinema. Ci sono enormi storie che sono state dimenticate."

Insieme Swinton, "le Donne Film è narrato da Jane Fonda, Adjoa Andoh, Thandie Newton, Kerry Fox, Sharmila Tagore e Debra Winger. Swinton si apre il documentario con la materia-di-fatto dichiarazione: "la Maggior parte dei film sono stati diretti da uomini. La maggior parte delle riconosciuti i cosiddetti classici del cinema sono state dirette da uomini. Ma per 13 decenni e su tutti e sei i cinema continenti, migliaia di donne sono state dirigere film, troppo. Alcuni dei migliori film."

"le Donne Film" grafici, invece, "una nuova road movie attraverso il cinema", che aspira a lo capovolge molto tradizionale, maschile comprensione della storia del cinema.

appassionatamente sostiene che "Lynchian" — surreale caratteristiche di David Lynch, deve, forse, invece, essere associato con il regista ucraino Kira Muratova, i cui filmati sono stati censurati in Unione Sovietica. Si esalta di Mia Hansen-Love galleggiante fotocamera in "Cose a Venire" (2016), il senso di casa in Lynne Ramsay "Ratcatcher" (1999) e la messa in scena di Joanna Hogg in "Estranei" (2007). Memorabile carrellata di Chantal Akerman 1993 documentario "Dall'Oriente" — un passaggio lento attraverso i volti delle persone, in attesa del trasporto in Europa Orientale — Cugini film mantiene, è alla pari con qualcosa di Orson Welles abbia mai fatto.

"Dimenticate genere per un momento. Il campo di gioco non è a livello. C'è qualcosa di sbagliato con la nostra cultura cinematografica se non parliamo di quel colpo," dice Cugini.

Cugini' altrettanto ambizioni 900 minuti di "The Story of Film: An Odyssey" (2012) radunate in un amorevole e singolare viaggio attraverso i film che bolle con meraviglia. "Le donne Film" Cugini stime, sono voluti quattro anni per fare, per tutto il tempo senza finanziamenti. Ma la più corretta linea temporale, egli dice, si estende su una vita di visione del film.

In quei quattro anni, l'attenzione e la frustrazione si è sviluppata solo per l'ampia disparità tra donne e uomini nell'industria cinematografica, in particolare dietro la fotocamera. Gli studi di ricerca hanno scoperto che l'anno scorso, appena l ' 8% degli amministratori per la top 250 di film USA-Canada box office sono stati diretti da donne, tre punto percentuale in calo rispetto all'anno prima.

Cosa Cugini vuole contribuire al dialogo in corso è più vicino e più informato di studio e di puro godimento — del lavoro.

"Sì, l'uomo — o la donna — le barricate. Sì, arrabbiarsi. Ma se non avete senso di dove è venuta da, c'è un pericolo di fare argomenti che in realtà non è vero," dice Cugini. "Ho proprio la preoccupazione che il dibattito è in immaginato. Se diciamo che l'industria cinematografica non lasciate che le donne film — che è sostanzialmente vero, c'è il rischio che ci ri-sequestrano queste donne. Li scriviamo di storia per una seconda volta."

"le Donne Film", è stato acquisito in breve tempo a Toronto. Cohen Media rilascerà nei teatri, con Criterion Collection impostato per trasmettere e diritti televisivi di andare a Turner Classic Movies. Kanopy ha preso i diritti per mostrare nelle scuole e nelle biblioteche pubbliche. TCM vice presidente della programmazione, Charles Tabesh, accreditato "le Donne Film" con illuminante "capolavori che hanno bisogno di essere visto da chiunque voglia capire l'arte del cinema".

"il Cinema è anche meglio di quanto pensiamo," Cugini dice. "Questo medium che amiamo, è ancora più ricco di quanto sappiamo."

---

Segui AP sceneggiatore Jake Coyle su Twitter: http://twitter.com/jakecoyleAP

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.