Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Recensione: Brad Mehldau test dei confini alla Ricerca di Gabriel'

Brad Mehldau, "alla Ricerca di Gabriel" (Nonesuch)

La Bibbia ha ispirato un sacco di musica, nessuno dei quali suona abbastanza come questo.

Shape-shifting pianista jazz Brad Mehldau dice che egli trasse da Salmi, l'Ecclesiaste, Osea, Daniele e Giobbe come fonti per il 10 brani "alla Ricerca di Gabriel," e il risultato è una colonna sonora per i nostri tempi — in cerca di conforto, ma stressata e agitata come confini sono testati.

gli Ospiti come Ambrose Akinmusire, Joel Frahm e Kurt Elling fornire jazz condimento, ma questa è la musica al di là di categoria. Tra gli antecedenti sono Yanni, Moby, Enya, LCD Soundsystem, Mannheim Steamroller, Il " Chi è "Baba O'Riley" e Burt Bacharach musica di "Butch Cassidy e Sundance Kid."

In meno mani sarebbe un casino, e Mehldau, occasionalmente, perde i suoi cuscinetti. "Il Profeta È un Pazzo" è il più tradizionale è la sintonia e il meno riuscito, segnata da un dialogo su Donald Trump che è goffo, politica a parte. Mehldau svolge un sacco di sintetizzatore, comprese le parti di basso e la batteria sono spesso digitale, che sarà un bivio per alcuni.

Ma l'intricato accordi di parole voce sono affascinanti, e tra i cantanti è Mehldau, che succede ad avere una bella voce. Il recupero di melodie abbondano, in parte grazie agli accordi complessi, che hanno sfumature religiose, perché Dio sa che cosa sono.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.