Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Recensione: In 'Guerra Fredda', un amore in esilio dal comunismo

ci sono voluti "Aquaman" due ore e mezza solo per mettere una fantasia trident nel suo eroe mani. Pawel Pawlikowski ultima, la "Guerra Fredda", segue un condannato romanticismo più di 15 anni e in gran parte della metà del secolo, in Europa in soli 88 minuti. E mi stai dicendo il ragazzo che non può nuotare veloce è il supereroe?

In due immacolata film di fila, Pawlikowski ha messo innumerevoli registi di vergogna, con la sua devastante concisione. Nella sua vincitrice di un Oscar e di sorpresa e d'essai, smash "Ida" e in "Guerra Fredda", Pawlikowski distilla quantità impressionante di storia austero immagini in bianco e nero, in modo molto espressivo potrai immergerti in loro.

"Guerra Fredda" è una sorta di complemento di "Ida." È allo stesso modo impostare nel post-guerra in Polonia, girato nel incontaminata in bianco e nero, dal direttore della fotografia polacco Lukasz Zal, incorniciato in un boxy accademia rapporto e ha la musica jazz alla deriva suggestivamente attraverso di essa. Ma la "Guerra Fredda" inizia con una canzone popolare cantata direttamente nella fotocamera da una coppia di contadini, la cui flebile melodia prefigura il dolore a venire. "Aprire il mio amore, per paura di Dio", cantano.

Pianista Wiktor Warski (Tomasz Kot) attraversa il cupo inverno campagna di Polonia, nel 1949, a registrare la musica folk e tenere audizioni per la nuova scuola di canzoni e balli tradizionali. Durante le prove di selezione, uno studente, che si distingue per Wiktor: suggestivo, sensuale bionda di nome Zuzanna, o Zula (Joanna Kulig). Lei non cantare come alcuni degli altri, ma lei salta all'occhio immediatamente innamorata Wiktor. La scuola altro direttore seccamente note Zulu non è la montagna ragazza che finge di essere, ha in libertà vigilata per l'uccisione di suo padre.

"Egli mi scambiò per mia madre, così ho usato un coltello per fargli vedere la differenza", Zula poi spiega.

Wiktor prontamente, inevitabilmente si innamora di lei e Zula non è lontano dietro. In un primo momento, la pericolosa aria di una femme fatale che si blocca su di lei. Mentre si trovano in un campo, si impegna per la sua fedeltà alla Wiktor anche mentre confessa di segnalazione su di lui per la loro comunista autorità di vigilanza.

Con Zula davanti e al centro, lo spettacolo è un successo, un successo che lo stato rapidamente co-opta per la propaganda mezzi. Presto, sono il canto comunista inni con un'enorme tenda di Stalin drappeggiato dietro di loro. Durante il tour, Wiktor e Zula risolvere a fuggire a Berlino Ovest, ma Zula si erge su di lui. Che passeranno anni prima che si riuniscono a Parigi.

In Pawlikowski film, è spesso ciò che accade tra i tagli che fa più male. Così come momenti cruciali rob Zula e Wiktor di anni insieme, semplicemente ne esce fuori. Quando, alla fine, fare una vita per se stessi, a Parigi, è deformato dal vuoto di esilio. Vivono in un bohemien loft. Wiktor gioca nei jazz club. Fanno un record di Zula, ma lei maledice il francese traduzioni di canzoni che hanno cantato in Polonia. Un rapporto sempre tumultuoso diventa tragica, senza un paese. "In Polonia è un uomo", ha sberleffi.

"Guerra Fredda", è dedicato alla Pawlikowski genitori, in cui i protagonisti sono vagamente basato su. Considerando che l'anno altri splendido bianco e nero di scavo della famiglia del passato — Alfonso Cuaron "Roma" — Cuaron propri ricordi, Pawlikowski film è meno letterale di ricreazione. È più miticamente disegnata, e visto con un stanco, si guardi alle dimissioni.

È anche animato dal regista proprie lotte politiche in Polonia, dove "Ida" è stata effettuata una campagna di parlare da parte di un nazionalista di destra, partito che, una volta in carica, ha attirato la critica internazionale per il suo ideologica di gestione del polacco patrimonio.

"Guerra Fredda" si conclude con una forzata finalità che si sente come un film solo randagi di passaggio. Kot e Kulig hanno poi forgiato ad un indelebile romanticismo che siamo arrivati a credere nella sua persistenza. (Kulig, in particolare, è sorprendente. Sembra quasi impossibile che si copre in modo molto emotivo territorio. Questa è la rivelazione di un retro-styled stelle di primissima grandezza.)

È Pawlikowski secondo dritto capolavoro, solo un critico di se, visto raramente errore. Il suo film è troppo breve.

"Guerra Fredda", un Amazon Studios di rilascio, è rated R per qualche contenuto sessuale, nudità e linguaggio. Tempo di esecuzione: 88 minuti. Tre stelle e mezzo su quattro.

---

Segui AP sceneggiatore Jake Coyle su Twitter: http://twitter.com/jakecoyleAP

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.