Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Recensione: 'Men in Black' ritorna, un po ' peggio per usura

qualsiasi finzione gadget più ambito di Hollywood dirigenti di memoria, cancellazione di "Men in Black" neuralyzer? Immaginate di lucrosi vantaggi di essere in grado, con un solo flash, fare gli spettatori dimenticare il film che hanno visto. Franchising sarebbe continuamente rinnovabile. IP potrebbe durare per sempre.

Invece, si ottiene la serie di film perpetuarsi oltre la loro naturale fine con la speranza che vi ricordate di loro sufficiente per arrivare in porta, ma non e ' sufficiente che tu sei molto infastidito da rigurgitato storie. Per essere onesti, non mi ricordo molto dal primo tre "Uomini in Nero" film, tutti da Barry Sonnenfeld, tranne in quella luce di arguzia, la chimica tra i conduttori, Will Smith e Tommy Lee Jones, e il simpatico presupposto che gli alieni piedi in mezzo a noi.

Il nuovo "Men in Black: Internazionale" è il quarto film del franchise e uno di quei riavvio del-sequel-spin-off ibridi. Esattamente come si collega ai precedenti tre film è solo così rilevante, ho il sospetto, nei cuori dei suoi creatori. È solo un altro uno.

Questa volta, F. Gary Gray, venuta fuori un'altra infinita serie ("Il Destino di the Furious"), si assume come direttore. Sottostrato per Smith e Jones sono Tessa Thompson e Chris Hemsworth, che ha già provato il loro rapporto insieme in "Thor: Ragnarok."

Il film è, ovviamente, un pallido riflesso del primo "Uomini in Nero". È blando e quasi neuralyzer livello dimenticabile. Il suo mercato di riferimento (internazionale) è proprio lì nel titolo.

Ma ha alcune cose andare per esso. In 22 anni dal primo, il destino del mondo è, al multiplex, in bilico circa un miliardo di volte. Ma io preferisco ancora il "Men in Black" modalità di imminente Armageddon per più auto-gravi supereroe salva. Qui, è routine, accade tutto il tempo, c'è molto di cui preoccuparsi. La fine del mondo è un gioco da ragazzi.

E anche io non riesco a ottenere il mio ire troppo in un film che dà ampio spazio per Thompson e Hemsworth ad essere quello che sono: top-notch stelle del cinema. "Gli uomini in Nero: Internazionale" non riaccendere la versione originale, divertente, ma si rende minimamente sufficiente estate deviazione dal momento che almeno usi il suo diluvio di effetti speciali a non soffocare la sua porta, ma per elevarle.

Thompson interpreta Molly, un giovane paranoico che è stato alla ricerca di forme di vita aliene dal momento che lei è stato visitato da un tenero extraterrestre come un bambino ed è riuscito a eludere la neuralyzer. Attraverso l'astuzia e coraggio, lei rintraccia un Men in Black in sede e colloqui a modo suo in un posto di lavoro dopo la convincente Emma Thompson Agente O un retaggio 2012 "MIB3."

desiderosa nuova recluta, soprannominato Agente M, Molly rapidamente partner con una delle agenzia di top, uomini, Agente di H (Hemsworth), un arrogante, ma decorate agente di cui deliquio dignità si estende, a quanto pare, tutte le specie dell'universo. È lui il più attendibile agente dell'organizzazione supervisionato da Alta T (Liam Neeson).

Ma gli Uomini in Nero sono una talpa, si impara presto, e una strana forma di spostamento nemico, attualmente in forma di Laurent e Larry Borghese. Per chiunque abbia visto di Beyoncé, "Ritorno a casa", la danza gemelli identici sono adeguatamente out-of-questo-mondo. Sono letali emissari per intergalattica forza conosciuta come l'Alveare, anche se i gemelli (Queen B è purtroppo da nessuna parte per essere visto.

L'azione salta tra Parigi e Londra, Marrakech, ma il film ottiene un fumetto ascensore quando Kumail Nanjiani entra come la voce di un po ' strano scacchiera creatura di nome Pawny che impegna la sua devozione per Agente di M.

Il tracciato è goffo e casuale. Ma quando insieme, Thompson, Hemsworth e Nanjiani girare "gli Uomini In Nero: Internazionale" in qualcosa di divertente e stupido: una piacevole abbastanza lark in abbigliamento formale.

"Uomini in Nero: Internazionale," un Sony Pictures, è un rating PG-13 dalla Motion Picture Association of America per azione sci-fi, in alcune lingue e suggestiva materiale. Tempo di esecuzione: 120 minuti. Due stelle su quattro.

---

MPAA Definizione di PG-13: Genitori diffidati. Parte del materiale potrebbe essere inappropriato per i bambini sotto i 13 anni.

---

Segui AP sceneggiatore Jake Coyle su Twitter: http://twitter.com/jakecoyleAP

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.