Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Sarà populista della politica di annullamento del rinascimento in Italia Uffizi?

Per proteggere i capolavori della galleria degli Uffizi, Firenze direttore del museo salito su una scala e lanciò un dipendente bicicletta giù in un foglio di vetro appositamente fatto per mantenere pregiati pezzi come Botticelli "la Primavera" e la "Nascita di Venere" di sicuro da vandali.

quasi invisibili barriere avuto un aggiunto bonus, il solerte direttore, Eike Schmidt, noto con piacere, dopo il materiale che aveva testato coperto effettivo dipinti: con funi di guardia non è più necessario, i visitatori hanno potuto avvicinarsi all'arte.

"a Volte toccare il vetro con i loro nasi," Schmidt, uno storico dell'arte tedesco che nel 2015 stato il primo straniero a guidare la galleria degli Uffizi, ha detto che il museo frequentatori passeggiato dietro di lui. "Vediamo che ogni mattina, perché ogni mattina viene pulito (e) abbiamo diverse naso segni sul vetro."

Sotto la direzione dinamica di Schmidt, la galleria degli Uffizi ha visto il rinnovo, recensioni entusiastiche e aumento dei ricavi. Le camere sono state rielaborate per meglio mostrare pezzi importanti da artisti del Rinascimento Botticelli, Raffaello, Michelangelo e Leonardo da Vinci. Un video di Schmidt invitante Ed Sheeran, La Cura, Eddie Vedder e i loro fan a goccia durante un festival di musica rock mettere una luce diversa sulla raccolta, parte di una spinta per ampliare il suo pubblico.

Ma è Uffizi proprio rinascimento — e allo stesso modo fecondi periodi in altri musei italiani — fine?

populista governo in Italia l'anno scorso e crescente sentimento nazionalista sono moto ondoso del paese musei statali. Riforme attuate nel 2014 da un liberale-pendente, il governo ha concesso a molti dei venerabili, ma a volte riscaldo istituzioni di ampia autonomia. Quello che è stato descritto come un centro culturale controriforma minaccia di nuovo di centralizzare l'approvazione di spese e di mettere il potere decisionale nelle mani della burocrazia di Roma.

2014 le revisioni ammessi, camere non-Italiani e i candidati al di fuori pesantemente stato burocratico sistema di applicare per amministratore al 20 principali musei, un cambiamento destinato a dare il merito la precedenza su nazionalità e del servizio civile dello stato.

Schmidt non sarebbe stato in grado di portare a compimento la sua visione per la galleria degli Uffizi senza di essa. Ma lui e almeno altre due direttori di musei stranieri, delle sette che sono stati assunti con i nuovi criteri di ammissibilità, piano per uscire, quando i loro quattro anni di contratti a termine nel mese di ottobre. Gli altri sono in un limbo.

Seduto su una delle panchine aveva installato in modo da la gente può comodamente ammirare la galleria degli Uffizi dipinti, Schmidt ha notato che la tendenza in Italia durante gli ultimi due decenni ha dato "più potere, in un modo o nell'altro" regionali o locali, musei. L'apertura di direttore dei lavori per la gente fuori dall'Italia è stato un "momento di svolta", ha detto.

Ora, c'è "tensione" tra i sostenitori di tale strategia e coloro che sono a favore di una "contro-tendenza, tramite il rafforzamento del centro, l'amministrazione di Roma," Schmidt ha detto in un'intervista con L'Associated Press.

Nel mese di giugno, il Ministro della Cultura Alberto Bonisoli, sostenuto dal co-governo Movimento 5 Stelle, ha vinto l'approvazione del Gabinetto amministrativa di revisione che ripristina più potere decisionale per il ministero e strisce alcuni musei della loro autonomia. Il piano risparmiato la galleria degli Uffizi, ma Firenze, Galleria dell'Accademia, la casa di Michelangelo domina David che è un simbolo iconico di Italia, è a rischio di perdere il suo status autonomo.

C'è la speculazione, l'Accademia potrebbe essere fusa con la galleria degli Uffizi, che si è guadagnato la supervisione del Palazzo Pitti e il giardino di Boboli nel 2014. Potrebbe Schmidt cambiare idea e rimanere per altri quattro anni?

Schmidt eluso il problema. Invece, ha messo in evidenza la sua 2017 annuncio che aveva in mente di prendere il timone della prestigiosa Kunsthistoriches Museum di Vienna. Il museo Austriaco ha detto AP che la scorsa settimana Schmidt avrà inizio nel mese di novembre, un mese dopo il suo contratto con la galleria degli Uffizi si conclude.

non diceva perché, a metà strada attraverso il suo contratto, ha accettato un altro lavoro.

Casualmente o meno, un italiano tribunale amministrativo ha stabilito un paio di mesi prima ha annunciato i suoi piani per la testa a Vienna in favore di un ufficiale italiano che sfidò l'assunzione di stranieri per eseguire musei. Alla fine il tribunale superiore, ha stabilito che i cittadini dell'Unione Europea, i paesi membri sono stati autorizzati a tenere museo di stato post anche se non erano italiani.

Mentre lui non sarebbe spiegare perché va via, gli altri in questa avanguardia di amministratori stranieri citato una combinazione di un crescente sentimento nazionalista in Italia, radicata mentalità burocratica e gli Italiani con la passione per il last-minute decisioni per l'imminente partenza.

Peter Assmann, il regista Austriaco di Palazzo Ducale a Mantova, ha detto che ha provato a sondare la Cultura funzionari del Ministero all'inizio di quest'anno per vedere se erano soddisfatti con il suo lavoro. "Non c'era nessun segno, così ho preso la decisione di lasciare" per un lavoro in Austria.

"Ogni uno di noi è stato in grado di portare più visitatori, più soldi," Assmann ha detto riferendosi ai sette direttori di musei che non sono italiani.

Come direttore della Galleria Nazionale delle Marche a Urbino, il collega Austriaco Peter Aufreiter fatto l'ex palazzo Rinascimentale di un concerto e di matrimoni. Ma "con questa contro-riforma, non sento più il 100% più utile," Aufreiter ha detto un'agenzia di stampa italiana. Anche lui è in partenza per un museo in sua patria.

In esperti di design di Milano, una rinnovata Pinacoteca di Brera, o la pittura, galleria, ha entusiasmato il museo frequentatori.

"non vedrete una stanza singola che non è stato modificato," British-regista Canadese James Bradburne, ha detto.

Chiesto se fosse lì per altri quattro anni, Bradburne rispose: "non posso rispondere a 'til ho chiesto." Ha detto che lui non ha sentito parlare se il Ministero della Cultura che lo vuole per rimanere su dopo il suo contratto termina nel mese di ottobre.

il ministro della Cultura Bonisoli difeso la cosiddetta "contro-riforma" necessaria "riorganizzazione" per lottare contro le spese inutili e, in un apparente scorrere del Louvre, "comportamento opportunistico'" nel museo internazionale delle relazioni.

l'anno Scorso, il suo N ° 2, presso il ministero, il governo nazionalista Lega, ribolliva di più sforzi da parte del Paris museum di prendere in prestito come molti Leonardo pezzi il più possibile per una mostra che segna il 500 ° anniversario del genio Rinascimentale morte.

Con il suo mandato in esecuzione fuori, Schmidt ha riflettuto su alcuni dei suoi preferiti innovazioni, alla galleria degli Uffizi, il museo più visitato in Italia. (Musei Vaticani disegnare quasi tre volte il numero di visitatori, ma sono parte di un indipendente Stato della Città del Vaticano.)

Uno era spazio fuori — o "de-cluster" come lo chiama lui — il Botticellis e altri brani popolari per scoraggiare esasperante ciuffi di turisti da formarsi davanti ai dipinti. "Le persone sono state lottando per ottenere da vicino", ha detto.

Schmidt aveva anche l'obiettivo di fare arte inestimabile risuonare con i giovani. Il giocoso video registrato per Firenze Rocce festival ha presentato degli Uffizi direttore piedi di fronte a una foto di Andy Warhol e dicendo con consegna impassibile, "Non sai davvero chi rocce più il nostro Caravaggio?"

"In passato, i visitatori sono stati spesso visti come fastidi che sarebbe venuto al museo e sarebbe davvero bloccare l'accessibilità per gli studiosi che per vedere queste opere d'arte," ha detto. "Ma l'arte, in realtà è molto più vasto e molto più profondo."

Nel Giorno di capodanno, Schmidt ha lanciato un appello per il ritorno di una vita da artista olandese Jan van Huysum che è stato saccheggiato dai soldati Nazisti in fuga a Firenze nel 1944. Schmidt ha spiegato che è pubblico è andato a "bruciare" la pittura probabilità di essere venduti sul mercato nero.

Il dipinto è tornato a Palazzo Pitti nel mese di luglio, in una cerimonia a cui hanno partecipato Bonisoli.

Chiesto se un italiano direttore del museo potrebbe essere fatta ad un audace passo, Schmidt ha risposto: "Nessuno poteva dire che l'ho fatto di nazionalismo estremo." Perché lui è tedesco, ha aggiunto, non è venuto giù con un caso di "Germania contro l'Italia", ma "la giustizia contro l'ingiustizia".

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.