Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Nuove linee guida per ridurre il rischio di demenza rilasciato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato le nuove linee guida per aiutare le persone a ridurre il loro rischio di demenza.

L'organizzazione ha detto in un comunicato martedì che la demenza non è inevitabile e ha un regolare esercizio fisico, smettere di fumare, evitare di “nocivo” uso di alcol e mangiare una dieta sana modi per le persone a proteggersi dalla malattia, che l'agenzia si caratterizza come un “deterioramento delle funzioni cognitive al di là di quello che potrebbe essere previsto dal normale processo di invecchiamento.”

L'agenzia del direttore generale avverte che, nei prossimi tre decenni, il numero di persone affette da demenza è destinato a triplicare.

(di PIÙ: Marito rituali quotidiani di cura per la moglie con demenza si scioglierà il tuo cuore)

“Abbiamo bisogno di fare tutto il possibile per ridurre il nostro rischio di demenza," ha detto il Direttore Generale Dr. Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Le prove scientifiche raccolte per queste Linee guida conferma di quanto sospettato da tempo, che ciò che è bene per il nostro cuore, è anche un bene per il nostro cervello."

L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda anche contro l'uso di integratori di vitamina a ridurre il rischio.

di martedì comunicato stampa, l'agenzia ha detto che queste nuove linee guida sono stati pensati per i fornitori di assistenza sanitaria “per consigliare i pazienti su ciò che possono fare per aiutare a prevenire il declino cognitivo e la demenza.”

Demenza colpisce la memoria, il pensiero, l'orientamento, comprensione, calcolo, capacità di apprendimento, di linguaggio e di giudizio. La malattia è causata da danni o la perdita di cellule nervose nel cervello, e ci sono diverse versioni, tra cui la malattia di Alzheimer.

la Demenza colpisce circa 50 milioni di persone in tutto il mondo, l'agenzia ha detto, e ci sono quasi 10 milioni di nuovi casi ogni anno.

Nel mese di ottobre, in pensione della Corte Suprema di Giustizia Sandra Day O'Connor, 88, la prima donna in assoluto a far parte della più alta corte del paese, ha annunciato in una lettera pubblica che era stato diagnosticato con demenza ed è stato in lotta prime fasi di quello che è probabilmente il morbo di Alzheimer.

aveva ritirato dalla Corte Suprema nel 2006 per prendersi cura di suo marito, John, che ha anche sofferto di morbo di Alzheimer.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.