Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Nuovo studio collega l'insonnia con la malattia di cuore e ictus

le Persone che hanno problemi di sonno possono essere a rischio maggiore di malattie cardiache e ictus, secondo un nuovo studio pubblicato oggi nel giornale medico di Neurologia.

i Ricercatori all'Università di Pechino, Beijing, Cina, seguita 487,200 adulti Cinesi per un decennio per esaminare la relazione tra l'insonnia e la salute cardiovascolare.

i Partecipanti sono stati intervistati sulle loro difficoltà di cadere o mantenere il sonno, così come la loro precoce risveglio mattutino e "di giorno disfunzione" (difficoltà di concentrazione, a causa delle scarse ore di sonno).

i Ricercatori hanno poi monitorato la malattia cardiovascolare partecipanti nel corso dei prossimi 10 anni, utilizzando un registro di sistema sanitario nazionale.

Frederic Cirou/PhotoAlto via , FILE In questa foto non datata del file, un uomo non riesce a dormire.

i Loro risultati hanno indicato che il rischio complessivo di malattie cardiovascolari, ischemic la malattia cardiaca o ictus ischemico è stata significativamente più alta nei partecipanti che avevano segnalato l'insonnia sintomi simili all'inizio del periodo di studio.

rischio Complessivo è stato superiore al 9% in coloro che hanno difficoltà a iniziare o mantenere il sonno, 7% maggiore in quelli con un precoce risveglio mattutino e il 13% in più in quelle diurne disfunzione. Inoltre, hanno scoperto che questi rischi in aumento per quelli con un numero maggiore di sintomi di sonno.

(di PIÙ: un Nuovo studio rivela che la qualità del sonno aiuta a prevenire le malattie di cuore)

"Questi risultati suggeriscono che, se siamo in grado di target di persone che stanno avendo difficoltà a dormire, con terapie comportamentali, è possibile che si potrebbe ridurre il numero di casi di ictus, infarto e altre malattie in seguito lungo la linea," ha detto lo studio l'autore principale Dr. Calcinaio Li in un comunicato stampa.

"Il legame tra insonnia e sintomi di queste malattie è stata ancora più forte nei giovani adulti, e persone che non hanno la pressione alta all'inizio dello studio, in modo che la ricerca futura dovrebbe guardare soprattutto alla diagnosi precoce e interventi finalizzati a questi gruppi", ha aggiunto.

(di PIÙ: apnea Ostruttiva del sonno legati alla malattia di cuore, soprattutto nelle donne)

I ricercatori hanno anche osservato che i partecipanti con l'insonnia sintomi erano più probabili essere più anziani, di sesso femminile, diabetici, meno istruiti, più poveri e più probabilità di vivere in zone rurali. Essi sono anche più propensi a riferire i sintomi di depressione e ansia.

"a Causa di questi fattori non può essere controllato, è difficile dire che c'è un nesso di causalità tra l'insonnia e la malattia cardiovascolare," ha detto il Dr. Ravi Kesari, un internista presso la NYU Langone Medical Center, in un'intervista con ABC News. "Un più grande studio come una meta-analisi potrebbe definire ulteriormente il rapporto.

Mentre lo studio si impegna con analoghe ricerche svolte negli Stati Uniti e in Europa, rappresenta la più grande ricerca di questo argomento.

Angelo Landrisicna, M. D., un medico specializzando in dermatologia presso la George Washington University School di Medicina e Scienze della Salute e membro della ABC News Unità Medica.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.