Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Spinto nell'ombra: Le donne incinte di America degli oppioidi in crisi

Samantha Powell ha detto che lei iniziò ad abusare di antidolorifici quando lei aveva solo 15. Per anni, si è trasferita attraverso la riabilitazione e disintossicazione strutture, metadone e suboxone cliniche, cercando un modo per superare la sua dipendenza. Lei riuscì a smettere di oppiacei con il tempo il suo 4-anno-vecchio figlio, Grant era nato, ma ricadevano subito dopo.

Nel 2018, vive a Nashville, Tennessee, ha scoperto di essere nuovamente incinta.

“Quando ho cercato le risposte in linea l'unica cosa che vorresti è come le donne venivano messi in prigione”, ha detto in un'intervista con ABC News. La paura di essere accusati di e con forza separata dal suo bambino dissuaso dal suo cercando di assistenza prenatale.

Dopo il parto, infermieri informati Powell che sua figlia, Luna, stava vivendo i sintomi dell'astinenza. Dopo aver trascorso due settimane con la Luna in ospedale, Powell dice Child Protective Services (CPS) ha preso la Luna di distanza e non le permettono di incontrare la madre affidataria o vedere sua figlia per un mese. Nel corso di questo mese, ha iniziato a passare attraverso la depressione post-partum e anche considerato il suicidio, ha detto.

“e ' stata devastante, io amo mia figlia. Il senso di colpa e la vergogna è qualcosa che non si può descrivere”, ha ricordato, “ho iniziato a pensare che forse il mio bambino sarà migliore senza di lei tossicodipendente mamma”.

Il numero di donne con uso di oppiacei disturbo (OUD), al momento della consegna è quadruplicato tra il 1999 e il 2014, secondo il CDC. Allo stesso tempo, il numero di stati con misure punitive nei confronti di donne incinte che abusano di droghe più che raddoppiato, passando da 2000-2015-un tentativo di proteggere i bambini non nati e ridurre il consumo di oppiacei in gravidanza, secondo un recente studio della RAND Corporation.

In una torsione, studio, pubblicato all'inizio di questo mese, ha rilevato che gli stati con leggi che penalizzano il consumo di oppiacei durante la gravidanza avevano un numero significativamente più elevato di bambini nati con i sintomi dell'astinenza (57 casi su 10.000 nascite rispetto al 46 casi su 10.000 nascite - quasi un aumento del 24 per cento).

DETTAGLI: 'Morti di disperazione': overdose da Oppiacei, l'abuso di alcol e il suicidio di guida più bassa aspettativa di vita a NOI per gentile Concessione di Samantha Powell Samantha Powell detiene il suo presto per essere una-anno-vecchia figlia, Luna, in un non datata dispensa foto.

Lo studio ha analizzato circa 5 milioni di nascite in otto stati dell'Arkansas, Arizona, Colorado, Kentucky, Massachusetts, Maryland, Nevada e Utah-che sia adottato punitivi o di segnalazione di provvedimenti in merito prenatale uso di oppiacei (quella adottata sia). Lo studio ha trovato che la semplice segnalazione da solo non è stato associato con una più alta incidenza di droga, i sintomi di astinenza.

Neonati esposti agli oppiacei nel grembo materno sono probabilità di soffrire di sindrome da astinenza neonatale (NAS), curabile e condizione prevista nei bambini con madri che hanno usato prescritti o non prescritti oppiacei, metadone o naloxone, e anche il comune di antidepressivi. I sintomi di ritiro può variare da lieve irritabilità a gravi complicazioni di salute e NAS ha un costo stimato di ospedali annualmente più di $500 milioni nel 2014, secondo il CDC.

“Queste politiche sono in aggiunta al marchio di infamia e di vergogna, si sentono, da scoraggiare loro di ottenere la cura prenatale e il trattamento di cui hanno bisogno,” Dr. Laura Faherty, l'autore principale dello studio, ha detto in un'intervista con ABC News.

Venti-tre stati e il Distretto di Columbia considerare l'uso di sostanze durante la gravidanza per essere abuso ai sensi del codice civile il benessere del bambino, statuti e i 25 stati e DC richiedono operatori sanitari a segnalare sospetti prenatale, l'uso di droga, secondo il Guttmacher Institute. Ma solo il 19 membri, alcuni dei quali anche di punire le donne, per l'uso di droghe durante la gravidanza, hanno creato e finanziato droga programmi di trattamento per le donne in gravidanza, rendendo l'accesso a tali programmi molto scarse.

“non Ci saremmo mai punire qualcuno per avere il diabete o epilessia durante la gravidanza, ma abbiamo il trattamento di disturbo da uso di sostanze, come una morale, in mancanza, invece, di una condizione medica cronica è veramente,” Faherty, ha detto.

Ciò che è all'avanguardia su questo nuovo studio dice Lynn Paltrow, fondatore e direttore esecutivo della Nazionale Avvocati per le Donne in Gravidanza, è che si concentra su civili infanzia interventi e riconosce il punitivi natura di questi servizi sociali. “In molti stati, i campioni di urina sono utilizzati come una genitorialità test”, dice Paltrow, e un risultato positivo, comporta la perdita della custodia. Paltrow ha aggiunto, “La madre si sente interrogato, e i presunti colpevoli di civile, di abuso di bambino senza prove che sono veramente in grado di genitore.”

Paltrow spiega che questa ondata di legislazione fondata nel anti-aborto ideologia che cerca di definire le uova fecondate, embrioni e feti di persone separate. Attualmente, almeno in 38 stati hanno fetale omicidio leggi, e in almeno 29 membri di tali leggi si applicano alle prime fasi della gravidanza. L'ambiguità di queste leggi concedere la flessibilità sufficiente per norme più severe, con un impatto riproduttivi delle donne autonomia e la capacità di rivolgersi a un medico.

Powell esperienza straziante è una delle migliaia di storie raccontate in stato di gravidanza, le donne che lottano con l'uso di oppiacei, disturbo durante la gravidanza. Ora pulito per quasi un anno, lei ammette che la sua storia può essere andate diversamente se non fosse stato per il supporto destro ha trovato lungo la strada.

Lei dice che, se avesse continuato a lavorare esclusivamente con CPS, lei avrebbe dovuto continuare attraverso tre anni di processo per la ricezione di custodia e avrebbe ottenuto poca o nessuna guida su come superare la sua dipendenza. CPS non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento.

la Sua situazione ha cominciato a cambiare quando lei è stato sottoposto alla Vanderbilt Materna Programma di Recupero dalle dipendenze. Vanderbilt olistico e globale delle risorse di fornire assistenza prenatale con il trattamento della dipendenza per le donne come Powell che affrontano la sfida della nuova maternità e di recupero.

“ho ottenuto puliti più volte, ma non ho mai avuto il sostegno di sistema e di base per costruire la mia vita come faccio io ora," ha detto. "Vanderbilt mi ha permesso di essere onesto, in un modo che non ho mai stati in grado di prima, e mi ha insegnato a fidarmi di me stesso.”

DETTAGLI: 'e' un sovradosaggio crisi': Mac Miller morte di indagine mette in evidenza una tendenza pericolosa in oppiacei, l'epidemia

Dr. Elizabeth E. Krans, un medico in Gravidanza Centro di Recupero a Magee-Womens Hospital di Pittsburgh, aiuta le donne come Powell che lottano con la dipendenza durante la gravidanza. Krans spiegato che il farmaco è solo una componente del programma di recupero per le donne in gravidanza che soffrono di disturbo da uso di sostanze.

“bisogna investire in pazienti come persone e come mamme e prendere in considerazione la più grande unità della famiglia. Abbiamo a cuore la comprensione della vita di una donna intera”, ha detto, riferendosi a loro olistico, trauma informato approccio che integra il counselling comportamentale e di sostegno tra pari. Dr. Davida Schiff, dirigente Medico della SPERANZA clinica, trattamento e recupero di programma per le donne in gravidanza presso il Massachusetts General Hospital si impegna. Lei dice che punitivi politiche non riconoscere che “la gravidanza in realtà è altamente motivante tempo di coinvolgere le donne in trattamento”.

Powell è particolarmente grato per la Vanderbilt aiuti in il suo collegamento con Tennessee Sicuro Baby Corte di programma. Emanata nel 2017, questo esclusivo sistema di corte, si propone di premiare i progressi con un più rapido esce dal sistema. Powell dice che la struttura del programma è motivato a rimanere pulito. “Ora ho [Luna] 4 giorni alla settimana e ci si sente bene a fare le cose e ottenere più tempo con lei,” ha detto.

Lei è anche inaugurando un nuovo peer-programma di supporto presso la clinica che ha contribuito a trasformare la sua vita intorno, in cerca di informare e ispirare le donne che stanno vivendo problemi simili.“Si può rimbalzare indietro, e io sono la prova di esso,” ma la ripresa sarà sempre una parte della sua vita, ha detto.

Per Natale avrà la piena custodia di Sovvenzione e di Luna. Powell è al lavoro per costruire un forte legame con il suo figlio maggiore, che era nata quando lei aveva solo 20 anni. Attualmente vive con i suoi nonni, ma dice che il suo rapporto con lui continua a migliorare.

Nel mese di gennaio, sarà lei a festeggiare un anno di recupero. “È stato un inferno di un anno, ma io sono molto orgoglioso, la stabilità mi rende davvero felice", ha detto.

Ultimamente, ogni volta che c'è un trigger e lei è ricordato il suo passato di lotte, lei pensa che le cose alla fine. “Se io non sono responsabile per me stesso, non posso avere ciò che voglio nella mia vita, che è la mia famiglia”, ha detto.

Eden David studi di neuroscienze presso la Columbia University. Lei è matriculating nella scuola medica nel 2020, ed è un membro della ABC News' Unità Medica.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.