Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Dopo la Nuova Zelanda moschea di attacchi, Facebook cambia la sua politica livestream

Facebook dei funzionari, che hanno ammesso i loro sistemi non è riuscito a evitare la trasmissione della Nuova Zelanda moschea massacro sulla loro piattaforma, hanno annunciato una nuova politica per la beauty.

"vediamo ora di applicare uno "sciopero" politica di [Facebook] dal Vivo, in connessione con una più ampia gamma di reati," Facebook vice presidente di integrità, Guy Rosen, ha scritto in un post sul sito della società in ritardo martedì. "Da ora in poi, chiunque violi il nostro più grave politiche sarà consentito l'uso di Live per determinati periodi di tempo, ad esempio 30 giorni – a partire dal loro primo reato."

in Precedenza, la società ha preso giù i post che hanno violato le norme comunitarie. Se un utente ha continuato a pubblicare contenuti che violavano le norme, Facebook temporaneamente bloccato l'account dell'utente, eliminando la possibilità di trasmettere in diretta. Più estrema manifesti di propaganda terrorista o di violazioni dei bambini – sarebbe vietato del tutto, Rosen ha scritto.

(di PIÙ: Facebook ammette l'IA non è riuscito a bandiera Nuova Zelanda attacco terroristico livestream)

Ma ora, i trasgressori sono penalizzati a partire con il loro primo reato.

"Per esempio, qualcuno che condivide un link di una dichiarazione da parte di un gruppo di terroristi senza un contesto, ora sarà immediatamente bloccato dall'utilizzo di Vivere per un certo periodo di tempo," Rosen ha detto, aggiungendo che la società lavorerà anche per divieto agli utenti di inserire annunci nelle prossime settimane.

Il movimento è stato elogiato da esperti di sicurezza informatica che spesso critica piattaforme di social media per la mancanza di azione in materia di odio.

"Si tratta di un passo positivo verso frenare l'abuso di live streaming, e Facebook ha preso misure concrete di contenimento odio contenuto negli ultimi mesi," Chad Loder, CEO e fondatore di cybersecurity ditta Habitu8, ha detto a ABC News.

(di PIÙ: Instagram ha annunciato metodi per fermare il bullismo, e gli esperti pesare)

Il video di Christchurch fucilazione di massa, in cui il 51 persone in due moschee sono state uccise, era visto almeno 200 volte live, Facebook ha detto subito dopo gli attacchi.

"Questo particolare video non faceva scattare in automatico di sistemi di rilevamento," Rosen ha scritto nei giorni seguenti gli attacchi. Il video è stato poi visto circa 4.000 volte prima di essere portato verso il basso. Il video e le immagini dell'attacco sono stati diffusi in tutte le principali piattaforme di social media, tra cui Twitter e YouTube.

In 24 ore dopo gli attacchi, Facebook rimosso almeno 1,2 milioni di video di the massacre sono stati caricati, ma prima sono stati visionati, secondo Rosen. "Circa 300.000 copie aggiuntive sono stati rimossi, dopo che sono state postate," Rosen ha scritto.

Parte la difficoltà nel rilevare il contenuto violento, è che i video sono a cura di, che li rende più difficile da individuare. La società ha detto di voler dedicare il 7,5 milioni di dollari per partner con l'Università del Maryland, della Cornell University e della University of California, Berkeley, alla ricerca di modi migliori per "rilevare manipolato i media attraverso immagini, video e audio" e distinguere inconsapevole manifesti da quelli deliberatamente cercando di manipolare il contenuto.

"Questo lavoro sarà fondamentale per il nostro più ampio impegno contro manipolato i media, tra cui deepfakes (video volutamente manipolate per descrivere gli eventi che non si è mai verificato). Speriamo che ci aiuterà anche per una più efficace lotta organizzata cattivi attori che tenta di superare in astuzia i nostri sistemi, come abbiamo visto accadere dopo l'Christchurch in attacco", Rosen ha detto.

(di PIÙ: Perché ci sono voluti YouTube, Facebook e Twitter così a lungo per rimuovere il video della Nuova Zelanda moschea riprese)

Facebook funzionari ha annunciato il cambiamento come Primo Ministro della Nuova Zelanda Jacinda Arden e il Presidente francese, Emmanuel Macron ha incontrato mercoledì a margine del G-7 raduno a Parigi. I due leader hanno firmato la "Christchurch Chiamata", una domanda per il mondo giganti della tecnologia di agire per fermare l'estremismo sulle loro piattaforme.

Gli stati UNITI ha rifiutato di firmare l'accordo internazionale.

"Mentre gli Stati Uniti non è attualmente in grado di aderire all'approvazione, continuiamo a sostenere gli obiettivi generali riflessa nella Chiamata", Trump, i funzionari dell'Amministrazione ha detto in una dichiarazione. "Lo strumento migliore per sconfiggere il terrorismo discorso è produttivo discorso, e, quindi, sottolineiamo l'importanza di promuovere credibile, narrazioni alternative come il mezzo principale attraverso il quale possiamo sconfiggere il terrorismo di messaggistica."

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.