Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Facebook dice che il bug può avere esposto le foto sul 7M utenti

Facebook ha detto venerdì che un bug nel software che interessano quasi 7 milioni di utenti sono esposti a un più ampio insieme di foto per gli sviluppatori di app rispetto a ciò che quegli utenti inteso.

anche se questo non significa che le foto effettivamente sono stati visti da nessuno, la rivelazione del bug che offre un'ulteriore testimonianza di quanto i dati di Facebook ha dalla sua il 2,27 miliardi di utenti e di come, spesso, questi tipi di slipups accadere.

In un post sul blog, la società ha detto che il bug interessati 6,8 milioni di persone che ha concesso l'autorizzazione per le app di terze parti per accedere alle foto. Facebook ha detto che la foto degli utenti di essere stati esposti per 12 giorni nel mese di settembre e che il bug è stato risolto.

in genere quando le persone danno l'accesso delle applicazioni per le loro foto, significa solo foto pubblicate sul loro Facebook pagina. Facebook dice che il bug potenzialmente ha dato agli sviluppatori di accedere ad altre foto, come quelle condivise sul Mercato o su Facebook Storie. Il bug colpito anche le foto che le persone caricato su Facebook, ma ha scelto di non pubblicare o non pubblicare per motivi tecnici.

Il problema si presenta in un anno pieno di privacy scandali e di altri problemi più grandi del mondo social network.

Rivelazioni che il data-mining studio Cambridge Analytica in modo improprio i dati di accesso di oltre 87 milioni di utenti led per audizioni al congresso e cambiamenti in ciò che i tipi di dati di Facebook consente a sviluppatori esterni di accesso. Nel mese di giugno, un bug che colpisce le impostazioni di privacy portato alcuni utenti a postare pubblicamente per impostazione predefinita, indipendentemente dalla loro impostazioni precedenti. Questo bug colpito 14 milioni di utenti nel corso di diversi giorni.

giovedì, per contrastare il cattivo rap è ottenuto intorno privacy come di ritardo, Facebook ha ospitato una giornata di "pop-up" per parlare con gli utenti circa le loro impostazioni e quant'altro può essere sulla loro mente. Chief Privacy Officer Erin Egan era a portata di mano per rispondere alle domande. Chiesto da un giornalista qual e ' il grado lei piacerebbe dare a Facebook per la privacy che il lavoro l'anno scorso, ha detto: "B", Entro il 2019, ha detto che spera che i miglioramenti si tradurrà in un "a".

Privacy esperti potrebbe chiamare grado di inflazione. In ogni caso, la società ha il suo bel da fare prima che si fa il grado superiore.

Con due settimane di anno in anno, è possibile, c'è ancora tempo per un altro privacy disagio a Facebook. Mentre gli scandali, non sembrano aver influenzato la società enorme base di utenti, la crescita ha subito un rallentamento. E l'azienda ha dovuto aumentare quanto si spende per la privacy e la sicurezza, che mettere un'ammaccatura nella sua linea di fondo e, in agosto, hanno contribuito ad un prezzo delle azioni tuffo .

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.