Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

La luce alla fine del tunnel per i colloqui sul clima delle nazioni UNITE

Un accordo sulle regole che governano il clima parigino accordo apparsa alla portata di sabato, come da funzionari di quasi 200 paesi lavorato per colmare le differenze che permangono dopo due settimane di U. N. colloqui in Polonia.

Il 2015 Parigi Accordo è stato un punto nella diplomazia internazionale, riunendo i governi notevolmente diversi punti di vista, affrontare la comune minaccia del riscaldamento globale. Ma mentre l'accordo di impostare un obiettivo primario di mantenere un aumento della temperatura globale di più di 2 gradi Celsius (3,6 Per Fahrenheit) o 1.5 C (2.7 F) se possibile — la stampa fine è stato lasciato incompiuto.

L'incontro in Polonia meridionale della città di Katowice è stato pensato per finalizzare paesi come il loro rapporto di emissioni di gas a effetto serra — un fattore chiave per il cambiamento climatico provocato dall'uomo — e gli sforzi che stiamo compiendo per ridurre la loro. Paesi poveri anche voluto garanzie sul sostegno finanziario per aiutarli a ridurre le emissioni, adattarsi ai cambiamenti inevitabili come l'innalzamento del livello del mare e pagare per il danno che è già accaduto.

"Abbiamo percorso una lunga strada," Canada il ministro dell'ambiente, Caterina McKenna, ha detto Alla Associated Press prima di una prevista la riunione plenaria del sabato pomeriggio. "C'è stato davvero tardi trattative, c'è stata grande gruppo di trattative, c'è stato diplomazia navetta per tutta la notte, e ora stiamo arrivando al filo."

Un importante punto di attaccare durante i colloqui è stato come creare un buon funzionamento del mercato dei crediti di carbonio. Gli economisti credono che un sistema di scambio internazionale potrebbe essere un modo efficace per ridurre le emissioni e aumentare i grandi importi di soldi per delle misure per frenare il riscaldamento globale.

"vogliamo miliardi di fluire in migliaia di miliardi. E io sono uno che crede che non si tratta solo dei governi nazionali," McKenna ha detto. "In ultima analisi, il mercato sta andando a giocare un ruolo enorme nel pulitore soluzioni di cui abbiamo bisogno, il sostegno a paesi e di essere efficiente e di come lo facciamo."

economie Emergenti come il Brasile hanno spinto indietro contro i paesi ricchi richieste di annullare mucchi di crediti di carbonio che ancora perdura da un sistema istituito ai sensi dell'accordo di Kyoto del 1997.

"Ci sono ancora una serie di possibili risultati, e il Brasile continua a lavorare in modo costruttivo con le altre parti per trovare un efficace percorso in avanti," ha detto il capo negoziatore del paese, Antonio Marcondes.

I colloqui in Polonia ha avuto luogo in un contesto di crescente preoccupazione tra gli scienziati che il riscaldamento globale sta procedendo più velocemente di quanto i governi stanno rispondendo.

Un recente rapporto dell'Intergovernmental Panel on Climate Change) ha concluso che, mentre è possibile per coronare il riscaldamento globale a 1,5 gradi C (2.7 gradi F) entro la fine del secolo rispetto al periodo pre-industriale, a volte, questo richiederà una drastica revisione dell'economia globale, tra cui un passaggio da combustibili fossili.

Allarmato da sforzi per includere questo nel testo finale della riunione, stati UNITI, Russia, Arabia Saudita e Kuwait bloccato l'approvazione della relazione metà strada attraverso i colloqui, spingendo scatenamento paesi vulnerabili e gruppi ambientalisti.

Mentre alcuni funzionari messo in discussione il formato dell'incontro, che è cresciuta a un grande evento con decine di migliaia di partecipanti, il capo di Greenpeace International, Jennifer Morgan, ha sottolineato quanto sia stato importante per portare tutti i paesi del mondo, insieme, sulla questione.

"Abbiamo bisogno di un processo multilaterale, in particolare per i più poveri e i piccoli paesi che non andare al G-20," ha detto, riferendosi al Gruppo dei 20 principali economie emergenti, che ha incontrato di recente in Argentina. "Ma la mancanza di ambizione da parte di alcuni paesi ricchi, come l'Unione Europea, è preoccupante, soprattutto come siamo a fissare la 1.5 in faccia."

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.