Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Premio Nobel fisico Murray Gell-Man muore a 89

Murray Gell-Mann, vincitore del Premio Nobel per il fisico che ha portato ordine all'universo, aiutando a scoprire e classificare le particelle subatomiche, è morto all'età di 89 anni.

Gell-Mann è morto venerdì nella sua casa di Santa Fe, New Mexico. La sua morte è stata confermata dalla Santa Fe Institute, dove ha ricoperto il titolo di distinguished fellow, e il California Institute of Technology, dove ha insegnato per decenni. La causa non è stato comunicato.

Gell-Mann trasformato fisica elaborando un metodo per l'ordinamento di particelle subatomiche in semplici gruppi di otto — base di carica elettrica, spin e altre caratteristiche. Ha chiamato il suo metodo "eightfold way" dopo il Buddista Ottuplice Sentiero verso l'illuminazione.

Dopo Gell-Man ha sviluppato la teoria che ha individuato "i quark," indivisibile componenti della Terra di materia che compongono protoni, neutroni e altre particelle. Gli esperimenti hanno confermato l'esistenza dei quark, e questi oggetti ora formano la base per il nostro fisico, la nostra comprensione dell'universo, del Caltech, ha detto in una dichiarazione.

"sarebbe difficile sopravvalutare il grado in cui Murray ha dominato teorica, fisica delle particelle durante il suo periodo di massimo splendore negli anni 1950 e 1960. Ha contribuito in modo profondo le idee che hanno guidato il campo in avanti, molti dei quali sono oggi," ha detto John Preskill, Richard P. Feynman Professore di Fisica Teorica al Caltech.

Nel 1969, Gell-Man è stato onorato con il Premio Nobel per la Fisica per i suoi contributi e le scoperte riguardanti la classificazione delle particelle elementari e delle loro interazioni."

Nato e cresciuto a New York City, Gell-Man ha ricevuto la sua laurea in fisica presso l'Università di Yale, nel 1948, e il suo Ph. D. dal Massachusetts Institute of Technology nel 1951.

Negli anni successivi, Gell-Mann è interessato ai temi della complessità al centro della biologia, l'ecologia, la sociologia e l'informatica. Ha co-fondato il Santa Fe Institute per lo studio dei sistemi complessi e autore del libro del 1994 "Il Quark e il Giaguaro", per presentare le sue idee a un pubblico generale.

Egli è sopravvissuto dai suoi figli, Nicola di Gell-Mann e di Elisabetta di Gell-Mann; e figliastro di Nicola Southwick Levis, secondo il Caltech istruzione.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.