Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Americano ostaggio dall'ISIS è vivo: Niger presidente

Un missionario Americano rapito da Stato Islamico-linked terroristi in Africa tre anni fa è ancora vivo e, in cattività, il presidente del Niger, ha detto in una recente intervista con ABC News.

Jeffery Ray Woodke, 59, di McKinleyville, in California, è stato rapito nel mese di ottobre 2016 mentre si fa umanitario lavoro missionario in Niger. Egli si crede di essere ostaggio di un gruppo jihadista affiliato con ISIS, più di controterrorismo degli stati UNITI i funzionari hanno detto a ABC News.

"per fortuna, ho avuto a dichiarare un paio di settimane fa, è vivo ed è in buona salute," il Presidente Nigeriano Mahamadou Issoufou ha detto ABC News.

Woodke di recupero è stata una priorità per le forze armate Americane e intelligenza attività nella regione del Sahel in Africa, a partire dal 2016 -- preziose risorse Issoufou, ha detto che gli sarebbe piaciuto di più per riuscire a sconfiggere i militanti Islamici che attraversano in Niger per compiere attacchi.

Interessati a ISIS?

Aggiungi ISIS come un interesse per rimanere aggiornato sulle ultime ISIS news, video e analisi da ABC News. ISIS Aggiungere Interesse

"continueremo in ogni caso a fare di tutto per creare le condizioni per la sua liberazione," il Nigeriano leader, ha detto in francese, attraverso un interprete.

L'intervista ha avuto luogo mentre Issoufou era a New York per l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel mese di settembre.

Woodke Famiglia missionario Americano Jeffery Woodke in Niger, prima del suo rapimento da parte di militanti Islamici nel 2016. (Di PIÙ: 10 milioni di dollari offerti per informazioni su 2017 attacco in Niger)

Woodke aveva lavorato in Niger, per quasi tre decenni come un aiuto umanitario lavoratore quando fu rapito in Abalak e guidato nella direzione del Mali durante il lavoro per un locale di aiuti gruppo chiamato JEMED. Video girato ore precedenti ha mostrato Woodke incontro con gli anziani delle tribù nel suo ruolo di aiuti umanitari lavoratore cercando di aiutare i nomadi superare la siccità e la malattia.

L'FBI e Woodke moglie di Els hanno fatto le richieste per il missionario, un ritorno sicuro. L'intelligenza è costantemente indicato Woodke è vivo, fonti STATUNITENSI hanno detto a ABC News.

"stava aiutando un sacco di il Nigeriano popolazione," Issoufou ha detto ABC News, esprimendo "rammarico" oltre Woodke di essere presi in ostaggio.

Woodke Famiglia missionario Americano Jeffery Woodke in Niger, prima del suo rapimento da parte di militanti Islamici nel 2016.

Un rappresentante dell'ostaggio la famiglia ha detto Woodke moglie ha rifiutato di commentare le dichiarazioni del Nigeriano leader a ABC News.

"Il Governo degli stati UNITI continua a lavorare instancabilmente per portare tutti gli ostaggi in casa, tra cui il Signor Woodke. Vi diamo il benvenuto Presidente Issoufou l'attenzione di Mr. Woodke e il suo lavoro umanitario. Il governo degli stati UNITI cerca di continuare la cooperazione con il Governo del Niger rapidamente riunire Jeff con la sua famiglia," Kieran Ramsey, direttore dell'Ostaggio Recupero di Cellule Fusione, ha detto in una dichiarazione alla ABC News il martedì.

L'Ostaggio di Recupero di Cellule Fusione è una joint agenzia creata nel 2015 per coordinare tutti gli sforzi del governo per recuperare in modo sicuro ostaggi Americani in tutto il mondo.

(di PIÙ: le Famiglie blast decisione di non punire più alti funzionari in Niger agguato)

Issoufou i commenti è venuto poco prima l'anniversario di un agguato di un congiunto Americano e Nigeriano pattuglia di Ottobre. 4, 2017, che ha lasciato quattro speciale degli stati UNITI le operazioni di soldati e almeno cinque Nigeriano truppe di morti al di fuori del villaggio del Tongo Tongo, nel nord-ovest del Niger, vicino al confine con il Mali. Durante la sua intervista con ABC News, ha espresso il suo cordoglio per i quattro famiglie Americane più volte.

Forze Speciali degli stati UNITI squadra catturato nel 2017 agguato, Operativa Distacco-Alfa 3212, dal 2 ° Battaglione, 3 ° Special Forces Group (Airborne), è stata la realizzazione di tre "civile/militare da ricognizione" missioni tra Ott. 3-4, 2017 incentrato sull'apprendimento la posizione di un ISIS subcomandante noto come Doundoun Cheffou. Nel successivo agguato e sparatoria vicino Tongo Tongo, Sgt. 1 ° Classe Jeremiah Johnson, Staff Sgt. Dustin Wright, Staff Sgt. Bryan Nero e Sgt. LaDavid Johnson sono stati uccisi in azione.

Un'indagine da parte del US Africa Command ultimo anno criticato a livello più basso delle Forze Speciali americane comandanti, che hanno tutti ricevuto rimproveri per la formazione di irregolarità prima della loro Africa distribuzione. Le famiglie dei caduti hanno criticato l'indagine per la ritenuta della chiave di dettagli, raggiungendo discutibili conclusioni e per non punire i comandanti delle forze armate coinvolte nella sfortunata missione.

venerdì in occasione dell'anniversario dell'agguato, gli stati UNITI Ricompense Per la Giustizia programma offerto 5 milioni di dollari per informazioni che portino alla cattura di Adnan "Abu Walid al-Saharawi, il leader dell'ISIS di affiliazione che il Dipartimento di Stato di accusa per il 2017 agguato. Menzionato nella wanted poster è che il gruppo di al-Saharawi porta, ISIS Maggiore Sahara, è sospettata di aver rapito Woodke tre anni fa.

In un discorso all'U. N. Assemblea Generale il mese scorso, Issoufou ha supplicato per l'Occidente a fare di più per aiutare il suo paese a contrastare il jihadista e i gruppi criminali che si sono moltiplicate in tutto il Sahel, dal momento che gli USA assistito nel rovesciamento del leader Libico Muammar Qadhafi nel 2011, senza alcun piano per il governo della regione dopo che lui se n'era andato.

"Questo non è solo un errore ... io credo che un errore commesso in Libia, nonostante quelli di noi che ha messo in guardia (USA) già a partire dal 2011, che, se non facciamo attenzione, la Libia potrebbe essere una nuova Somalia, che la Libia possa cadere nelle mani di organizzazioni terroristiche," Issoufou ha detto ABC News.

(di PIÙ: Perché le truppe USA sono in Niger)

Il Nigeriano leader ha detto che era venuto per l'U. N. appello per una grande coalizione forza nel Lago Ciad regione per negare i terroristi di un rifugio sicuro in alcune parti del Mali, Nigeria e Burkina Faso, confinante con il suo paese, dove al-Qaeda e ISIS operare. L'anno scorso, US Africa Command annunciato l'intenzione di tirare giù il numero di forze STATUNITENSI il 10% di tutto il continente.

"che Cosa ci fai pensare è in ordine per affrontare la minaccia in questa regione-la comunità internazionale e in particolare gli Stati Uniti devono fare di più per prevenire l'espansione della minaccia. Perché se lasciamo che la minaccia ottenere più forte-e questo è attualmente il caso, costerà di più per fermare in seguito", ha avvertito. "E, naturalmente, abbiamo bisogno di più risorse, più (militare) di formazione, dai nostri amici Americani e francesi".

ABC News produttori Brian N. Epstein e Dylan Goetz e ABC News collaboratore Andrea Fredericks ha contribuito a questo rapporto.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.