Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Michael Cohen ha chiesto avvocato per chiedere perdono, insiste nel dire che non ha mentito al Congresso

Michael Cohen, ex avvocato e di fissaggio per il Presidente Donald Trump, ha chiesto a uno dei suoi avvocati, l'ultima estate di informarsi con un avvocato che rappresenta il presidente di ricevere il perdono, Cohen portavoce Lanny Davis ha detto ABC News giovedì.

Cohen ha chiesto al suo avvocato al momento, Stephen Ryan, incontro con Rudy Giuliani circa la possibilità di un perdono poco dopo un raid dell'FBI a casa sua e gli uffici all'inizio dell'estate del 2018, Davis ha detto.

Davis aggiunto che Cohen si distingue anche dalla sua testimonianza, citando il lasso di tempo. Cohen era, a quel tempo, parte di una difesa comune accordo con il presidente e molti dei suoi consiglieri. Ha poi lasciato il JDA, quando ha deciso di “cambiare vita, e di dire la verità” per il presidente.

“Siamo in stand by [Cohen] la testimonianza pubblica, prima che il Comitato di Sorveglianza come un riferimento al post-JDA lasso di tempo economico. Egli è autorizzato a me dopo 2 luglio per dire che lui non avrebbe mai accettare il perdono, se offerti e l'ho fatto. Che è il post-JDA Michael Cohen, impegnati a cambiare la sua vita, e di dire la verità,” Davis ha detto ABC News durante la notte.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.