Post a Comment Print Share on Facebook

reads.

Nonostante le dimensioni ridotte il, obiettivo militare rimane lo stesso in Siria: il Gen. Milley

Gen. Mark Milley, presidente del Joint Chiefs of Staff, ha detto che anche se i militari dell'impronta rimarrà piccolo, è importante sorvegliare Stato Islamico in Siria per raggiungere l'obiettivo permanente di sconfiggere l'ISIS.

"Ci sono ancora ISIS combattenti nella regione. E a meno che la pressione è mantenuta, a meno che l'attenzione è mantenuta su quel gruppo, quindi c'è una possibilità molto reale che le condizioni potrebbero essere impostato per un riemergere di ISIS," il nuovo presidente del Joint Chiefs of Staff, ha detto domenica su ABC "di Questa Settimana," nella sua prima intervista da quando ha assunto il ruolo. "L'impronta sarà piccolo, ma l'obiettivo rimane lo stesso: la perdurante sconfitta dell'ISIS."

ha Chiesto circa gli attuali livelli di truppe in Siria, dopo che il Presidente Trump recente chiamata a ritirare le forze, Milley ha detto più di 500 truppe sarebbe probabilmente rimanere lì.

"Se faccio matematica e guardo le nuove truppe in entrata e quelle in uscita, potrebbe essere più di 700 che rimangono", ha detto "Questa Settimana" co-anchor Martha Raddatz.

Interessati in Siria?

Aggiungi Siria come un interesse per rimanere aggiornato sulle ultime Siria news, video e analisi da ABC News. Siria Aggiungere Interesse

Milley ha risposto, "Beh, ci sarà meno di un migliaio di sicuro, e probabilmente di 500-ish telaio, forse sei. Ma è in italiano), che è in quella zona. Ma non vogliamo andare nello specifico dei numeri, perché siamo ancora in corso attraverso l'analisi, adesso."

(di PIÙ: Ripiego disegno di legge di spesa sarà danneggiare la prontezza militare, la modernizzazione: Pentagono)

il Presidente Donald Trump ha annunciato piani per ritirare quasi tutte le truppe Americane in Curdo-controllato regione in Siria nel mese di ottobre, il disegno bipartisan gioco in Congresso.

la Sua posizione sulla truppa distribuzioni invertito solo due giorni dopo la morte del leader ISIS Abu Bakr al-Baghdadi, quando il presidente ha detto che le forze militari "può combattere per il petrolio".

ABC News il Presidente del Joint Chiefs of Staff Gen. Mark Milley e "Questa Settimana" Co-anchor Martha Raddatz durante la loro intervista su "Questa Settimana".

La morte del leader ISIS al-Baghdadi ha anche sollevato preoccupazioni su un nuovo potenziale leader di ISIS, ma Milley ha detto che il Pentagono ha "una notevole quantità di informazioni" su quell'individuo.

"vedremo nei prossimi giorni, nelle prossime settimane, nei prossimi mesi, se lui è in grado di mettere insieme la sua organizzazione o non," Milley detto "Questa Settimana" la domenica. "Speriamo di prestare attenzione a lui e dove le opportunità derivano, si va dopo di lui."

Come l'impeachment inchiesta si intensifica, Milley ha anche sottolineato il diplomatico significato di aiuti militari all'Ucraina, dicendo che è importante continuare ad aiutare l'Ucraina a mantenere il suo libero e sovrano dello stato.

Milley ha rifiutato di commentare la recente notizia che circondano Consiglio di Sicurezza Nazionale ufficiale Lt. Col. Alexander Vindman, che ha testimoniato in una porta chiusa deposizione di impeachment inchiesta ed è stato attaccato dal Presidente Trump.

"ho imparato nel corso degli anni un servizio attivo militare ufficiale non è per commentare attivo indagini", ha detto, aggiungendo che così facendo sarebbe stato inappropriato.

(di PIÙ: Trump dice trascrizione di 2 ° convocazione, con l'Ucraina, il presidente per essere rilasciato presto)

Milley anche discusso degli stati UNITI all'impegno militare in Afghanistan, che ha insistito mai più sarebbe "un rifugio sicuro per i terroristi che potrebbero attaccare gli Stati Uniti."

"In modo che la missione ha avuto successo, il governo dell'Afghanistan, le forze di sicurezza Afgane, sta andando ad avere per essere in grado di sostenere la loro sicurezza interna per impedire che i terroristi usando il loro territorio per attaccare altri paesi, soprattutto gli Stati Uniti," Milley detto. "Che lo sforzo in corso. E ' in corso per 18 anni consecutivi."

Dopo aver prestato servizio in Afghanistan come Vice Comandante Generale, Milley ha detto ABC News ha mai rimpianto la sua decisione di entrare nell'esercito. Nato e cresciuto in uno dei veterani della famiglia, ha detto che pensa che i soldati che sono morti sotto il suo comando, come il Giorno dei Veterani approcci.

"La libertà che abbiamo non sono liberi. Sono pagati con il sangue di tutti quei soldati, marinai, aviatori e Marines sono stati in lotta per due secoli e mezzo," ha detto.

Avatar
Your Name
Post a Comment
Characters Left:
Your comment has been forwarded to the administrator for approval.×
Warning! Will constitute a criminal offense, illegal, threatening, offensive, insulting and swearing, derogatory, defamatory, vulgar, pornographic, indecent, personality rights, damaging or similar nature in the nature of all kinds of financial content, legal, criminal and administrative responsibility for the content of the sender member / members are belong.